Calciomercato Inter: Lucas, Kolarov, Paulinho, le trattative del club di Moratti

Pubblicato il 6 Giugno 2012 10:01 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2012 16:22

MILANO, il punto sul calciomercato dell’Inter: Lucas, Kolarov, Paulinho – Marco Branca, uomo mercato dell’Inter, sta cercando calciatori di livello internazionale per rinforzare la rosa in vista degli impegni della prossima stagione calcistica.

L’Inter potrebbe rilanciare per Lucas del San Paolo e intanto sta facendo visionare altri giovani in Sudamerica. Il presidente Moratti vuole comunque abbattere il monte ingaggi e per questo sono possibili addii eccellenti come quelli di Maicon e Sneijder. Dal Portogallo Figo ha consigliato a Moratti l’argentino Gaitan del Benfica.

L’Inter sta chiudendo la trattativa per il terzino del Manchester City Aleksandar Kolarov. Gli inglesi intascheranno circa 21 milioni di euro per la cessione del serbo.

L’Inter sta trattando anche la stellina brasiliana Paulinho. Il prezzo del suo cartellino è di circa 15 milioni di euro perchè è nel giro della “Seleçao” di Mano Menezes.

Il capitano dell’Inter Javier Zanetti non crede all’ipotesi di un ritorno di Zlatan Ibrahimovic in nerazzurro. Lo dice ai microfoni di Rtl 102.5: ”Ibrahimovic? sta bene al Milan, credo. E’ stato gia’ da noi e ci ha fatto vincere campionati bellissimi. E’ molto difficile”.

Il giocatore accenna anche all’incontro con il Papa. ”E’ stato un giorno molto fortunato. Ho avuto la possibilita’ di incontrare il Santo Padre quattro anni fa a Roma con tutta la squadra.

Questa volta e’ stato diverso, perche’ ho portato tutta la famiglia e il piccolo Tomas”. Un momento che il capitano non dimentichera’ mai. Tomas ha appena 3 settimane ed e’ l’ultimo nato in casa Zanetti, papa’ dunque di tre figli:

”Quando ho visto che il Papa baciava mio figlio ho provato una emozione unica, non credevo a tutto quello che era successo.

Parlavo con mia moglie di questo privilegio di poter incontrare il Papa con tutta la famiglia, che baciasse e desse la benedizione ai nostri bambini. Poi gli ho consegnato la maglia dell’Inter ed e’ stato un momento di grande emozione”.