Calciomercato Inter, Conte: “Lukaku? Lo voglio e ieri sono stato chiaro…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Luglio 2019 17:57 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2019 17:57
calciomercato inter lukaku conte foto

Ecco l’incontro tra Conte e Lukaku, grande obiettivo di calciomercato dell’Inter. Foto EPA/WALLACE WOON

SINGAPORE – Antonio Conte rincara la dose. Prima della firma con l’Inter, gli ero stato assicurato che avrebbe avuto i calciatori richiesti già in questa tournée asiatica. Così non è stato, il calciomercato dei nerazzurri non decolla, e questo lo ha fatto arrabbiare talmente tanto che si è sfogato in sala stampa prima e dopo la partita proprio contro il Manchester United di Lukaku.

L’attaccante belga è rimasto in panchina tutta la partita ma i Red Devils hanno vinto lo stesso con il risultato di uno a zero. L’Inter è spuntata lì davanti e Conte necessita al più presto di attaccanti di livello. 

“Lukaku? Ho già risposto ieri, credo non sia giusto parlare di un giocatore del Manchester United. Mi piace, lo considero un calciatore che può migliorare la nostra squadra. Ma da una parte c’è la mia speranza, dall’altra parte vedremo con la società”.

Lo ha detto il tecnico dell’Inter Antonio Conte, commentando le voci su Romelu Lukaku dopo il ko con il Manchester United. L’allenatore nerazzurro, al termine della gara, ha salutato a bordocampo l’attaccante dei Red Devils, rimasto in panchina nell’amichevole a Singapore.

 “Di positivo ho visto l’impegno e la voglia di fare da parte dei calciatori, ma c’è tanto da migliorare in fase di possesso e in fase di pressione”. Il tecnico dell’Inter Antonio Conte ha commentato così, ai microfoni di Inter Tv, la sconfitta contro il Manchester United.
  

  “C’è una base importante che è lo spirito positivo di questi ragazzi, questo è importante in un momento che non è facile perché si viene da un periodo di allenamenti intensi – ha proseguito -. Dobbiamo lavorare su tutto, il tempo per recuperare da questa partita è limitatissimo, noi abbiamo bisogno non solo di giocare le partite ma anche di allenarci per migliorare e capire i momenti della gara” (fonti Ansa e Inter Tv).