Calciomercato Inter: Milik, Jovic, Rebic, Sanchez, Llorente, Werner. Tutti i nomi per l’attacco

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Agosto 2019 13:54 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2019 13:54
Calciomercato Inter Milik Jovic Rebic Sanchez

Milik con la maglia del Napoli, potrebbe trasferirsi all’Inter durante questa sessione di calciomercato estivo (foto Ansa)

MILANO – Sfumato l’arrivo di Edin Dzeko, che ha rinnovato con la Roma fino al 2022, l’Inter sta pensando a chi prendere al suo posto. In lizza ci sono Milik, Jovic, Rebic, Sanchez, Llorente e Werner.

Nel caso di Milik, potrebbe prospettarsi uno scambio di calciomercato con il Napoli che includerebbe anche Mauro Icardi. I due club dovrebbero accordarsi su un eventuale conguaglio oppure optare sullo scambio alla pari. Non è da escludere anche la separazione tra le due operazioni di calciomercato. Icardi potrebbe andare al Napoli e Milik potrebbe andare all’Inter a prescindere da questo scambio. Potrebbero arrivare nei nuovi club con tempistiche diverse. 

Ante Rebic rappresenta un piano B rispetto a Milik. Gioca con l’E.Francoforte ed il prezzo del suo cartellino è pari a 40 milioni di euro. All’Inter piace molto anche Jovic, calciatore già scaricato dal Real Madrid dopo averlo pagato ben 60 milioni di euro. Jovic potrebbe trasferirsi all’Inter in prestito. 

Nel mirino dell’Inter ci sarebbe anche lo svincolato Fernando Llorente (allenato con successo da Antonio Conte ai tempi della Juve) oltre ad Alexis Sanchez, sebbene Solskjaer abbia riferito che il cileno vuole rimanere allo United. Come scrive Sport Mediaset, Timo Werner (contratto in scadenza con il Lipsia nel 2020) invece sarebbe ormai promesso sposo del Bayern.

Come detto in precedenza, l’Inter deve trovare un nuovo attaccante dopo il clamoroso voltafaccia di Edin Dzeko che ha deciso di rifiutare i nerazzurri per rinnovare il suo contratto con la Roma. A questo punto, l’attaccante bosniaco dovrebbe chiudere la sua carriera italiana proprio tra le fila dei giallorossi per la gioia dei tifosi della Roma e della moglie che non aveva alcuna intenzione di lasciare la Capitale per trasferirsi a Milano  (fonti Sport Mediaset e Ansa).