Calciomercato Inter, Moratti: “Sneijder cedibile, no a Lodi, Schelotto? Non so”

Pubblicato il 10 Gennaio 2013 10:56 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2013 10:57
Calciomercato Inter, Moratti: "Sneijder cedibile, no a Lodi, Schelotto? Non so"

Calciomercato Inter, Moratti su Sneijder, Lodi e Schelotto (LaPresse)

MILANO – “Sneijder? L’offerta del Galatasaray ci soddisfa, ora dipende dal giocatore. Noi saremmo felici se decidesse di restare alle nostre condizioni”.

Così il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, ai microfoni di Sky Sport. Parlando al termine del Consiglio d’Amministrazione della societa’ nerazzurra, il massimo dirigente nerazzurro ha escluso l’arrivo a gennaio di Lodi dal Catania. “Adesso è incedibile. Ne riparleremo in estate”, ha dichiarato Moratti.

Per quanto riguarda la posizione di Sneijder, a Moratti viene poi chiesto se ultimanente ha parlato con il giocatore olandese.

“Solo abbastanza velocemente, anche perché la cosa non era e non è drammatica, dipende soltanto dalla volontà di continuare o di non continuare. Comunque – spiega – lui ha tutti i diritti di proseguire con il suo bel contratto oppure di accettare le nostre condizioni – cosa che ci farebbe ancora più felici – oppure di scegliere un altro società. Quindi l’abbiamo lasciato in questa libertà e vedremo cosa accadrà”.

Moratti non crede che se Sneijder dovesse rimanere a queste condizioni, rischia di diventare una turbativa per lo spogliatoio. “Le turbative – dichiara – sono quando iniziano le cose, poi dopo se si è di buon senso si riesce a superarle. Poi però non so esattamente lui come la pensi”. Di sicuro un giocatore come l’olandese potrebbe tornare utile. “Direi! Non è che Sneijder sia una cattiva scelta… (sorride, ndr)”, replica Moratti.

Un presidente dell’Inter apparso molto disponibile a parlare del mercato nerazzurro a 360 gradi. Alla domanda se arriverà un top player nel caso Sneijder se ne andasse, replica:

“Solo a sentir parlare di top player mi spavento… (sorride, ndr). Bisogna vedere cosa c’è in giro. È un momento in cui magari chi ha certi giocatori ne ha bisogno e poi bisogna vedere che ruolo esattamente, stiamo guardando”.

Catenaccio su un’eventuale alternativa a Lodi nel ruolo di regista, visto che anche Stramaccioni ha evidenziato la necessità di un giocatore di tali caratteristiche. “Anche Stramaccioni…? È Stramaccioni, è l’allenatore che è determinante in questo tipo di scelta, per il tipo di gioco che fa, quindi stiamo guardando cosa possa essere interessante a quel livello”, glissa Moratti. Nessuna novità, invece, sul fronte Schelotto. “Non posso dire niente perché non ne so molto”, dice Moratti.

Con l’infortunio di Samuel, un reparto in emergenza è sicuramente quello difensivo. Si parla di un possibile ritorno di Marco Andreolli dal Chievo.

“Se seguissi l’emergenza dovrei comprare 12 giocatori! (sorride, ndr) Non seguiamo l’emergenza, noi di difensori ne abbiamo sei, se qualcuno non sta bene ce ne sono altri che giocano”, replica ancora Moratti che conferma in rosa l’argentino Matias Silvestre. “Per il momento rimane”, spiega. Infine sull’infortunio di Samuel, il presidente interista conclude:

“Non è che si sia fatto male oggi, già durante la partita dell’altro giorno aveva male a un tendine. Non è ancora venuto fuori da questo dolore, è da rispettare, perché Samuel gioca seriamente sempre. Sabato credo che sarà difficile possa giocare, ma speriamo ancora”.