Calciomercato Inter, Rebic: offerta da 40 milioni ma non è il sostituto di Lukaku

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 31 Luglio 2019 15:30 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2019 15:30
Calciomercato Inter Rebic Lukaku

Rebic con la maglia della Nazionale Croata. E’ un obiettivo di calciomercato dell’Inter (foto Ansa)

MILANO – Dopo essere stato beffato sul calciomercato per Lukaku, che molto probabilmente andrà ai rivali della Juventus, l’Inter si getta a capofitto su Ante Rebic, attaccante della Nazionale Croata che gioca con l’Eintracht Francoforte in Germania. Rebic è una vecchia conoscenza del campionato italiano, visto che ci ha già giocato ai tempi della Fiorentina, che si è consacrato con la maglia dell’Eintracht Francoforte. 

Nel corso dell’ultima stagione, ha giocato complessivamente 24 partite mettendo a segno 8 gol. E’ un esterno d’attacco che può giocare sia a destra che a sinistra e all’occorrenza può essere impiegato anche come seconda punta. 

Il suo arrivo non ostacolerebbe l’arrivo di un centravanti. Infatti l’Inter sta intensificando i rapporti con la Roma per portare a Milano Edin Dzeko. Le parti sono molto vicine ad un accordo. 

Conte non parla di calciomercato ed elogia la proprietà: “E’ composta da visionari”.

“Vogliamo tornare ad essere competitivi. Abbiamo il dovere tutti di riportare l’Inter dove è giusto che stia e meriti”. Il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, fissa così gli obiettivi per la prossima stagione in un’intervista alla tv cinese di Suning, rilasciata durante la tournée asiatica. Le sue dichiarazioni sono riportate dall’Ansa. 

“In Italia c’è una squadra che ha costruito tanto come la Juventus, dietro c’è il Napoli – le sue parole -. Ci vorrà un po’ di tempo, non si possono costruire grattacieli in pochissimi giorni. Ma abbiamo iniziato, vogliamo tornare a dare battaglia. La sorpresa? Mi auguro sia l’Inter, anche in Champions vogliamo che le altre squadre siano preoccupate di incontrarci”.

Conte parla poi di Steven Zhang: “I nostri proprietari sono dei visionari, è molto positivo. Hanno investito sull’Inter perché pensano che sia la squadra giusta per fare qualcosa di importante. Vedo nel presidente sicuramente una figura giovane, molto aperta a costruire qualcosa di importante e duraturo per l’Inter”, conclude il tecnico nerazzurro (fonte Ansa).