Calciomercato Inter, Vidal più Eriksen: le dichiarazioni di Marotta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Gennaio 2020 23:59 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2020 23:13
Calciomercato Inter, Vidal più Eriksen: le dichiarazioni di Marotta

Arturo Vidal potrebbe accasarsi all’Inter in questo finestra di calciomercato (foto Ansa)

MILANO – L’Inter ha vinto anche a Napoli confermandosi in vetta alla classifica della Serie A insieme alla Juventus. I nerazzurri sono concretamente in corsa per lo scudetto e per questo motivo Antonio Conte ha chiesto uno sforzo sul calciomercato alla sua dirigenza per rendere la rosa più profonda.

I calciatori individuati sono Arturo Vidal del Barcellona ed Eriksen del Tottenham. Due calciatori di grande livello che sono in uscita dai rispettivi club. Del calciomercato dell’Inter, ha parlato l’ad Marotta a margine del match di campionato contro il Napoli. Riportiamo di seguito, le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. 

Vidal? Stiamo avendo diversi contatti con società e agenti di calciatori per cercare di incrementare il livello qualitativo di questo gruppo che oggi sta viaggiando in modo straordinario. Non siamo arrivati a una conclusione perché vogliamo fare tutto con cautela e calma. Noi manager dobbiamo tenere l’asticella molto alta su quelli che sono gli obiettivi, anche se  magari non si concludesse nulla. Siamo in piena attività, preferisco non fare nomi ma dire che siamo molto attivi.

Eriksen?Spesso all’Inter vengono affiancati nomi di giocatori importanti. Da una parte questa cosa ci lusinga, posso dire che non abbiamo avuto nessun contatto con il Tottenham, Eriksen è un ottimo giocatore ma non lo scopro di certo io, va in scadenza a giugno 2020. La corsa su questo giocatore penso sia da parte di tante squadre, è normale che su giocatori importanti ci si butti in tanti. Non sono assolutamente qua a dire che stiamo avviando trattative con l’agente e il giocatore ma semplicemente che è un giocatore importante ed interessante. Mi limito a queste considerazioni.

Godin? Le competizioni sono tante, sono tre, Europa League, Coppa Italia e campionato, e tutti i giocatori della rosa sono chiamati prima o poi a rispondere a questa o quella competizione, si ha bisogno di tutti. E’ chiaro che all’allenatore compete la scelta, scegliere i giocatori migliori in base alla loro performance e al loro stato di forma. Il gioco moderno dice che la rosa deve essere ampia, è uno dei motivi per cui ci stiamo interessando a questo mercato perché sappiamo che è una rosa un po’ ridotta a seguito anche di alcune defezioni. L’utilizzo di questo  o quel giocatore sarà sempre presente, di conseguenza più che di titolari si deve parlare di co-titolari”.