Calciomercato Juventus: Cannavaro giocherà in India

Pubblicato il 14 Gennaio 2012 16:25 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2012 16:50

Fabio Cannavaro (LaPresse)

NEW DELHI  – In chiara crescita da qualche anno, il calcio indiano ha deciso di innestare la marcia superiore lanciando un mini-campionato di Premier League a sei squadre, ognuna delle quali avra’ un allenatore ed almeno un calciatore di chiara fama internazionale e uno di loro sara’ Fabio Cannavaro. L’ex difensore – che aveva annunciato il suo ritorio dal calcio giocato il 9 luglio scorso – torna a giocare e lo fa in India. ”Di nuovo in campo with the Indian Football Association, West Bengal”: le parole di Cannavaro affidate al social network Twitter.

I nomi dei campioni stranieri che parteciperanno al mini-campionato sono stati svelati durante la presentazione del regolamento della competizione e l’asta per l’assegnazione dei diritti di gestione in franchising delle sei squadre (Kolkata, Barasat, Howrah, Haldia, Durgapur e Siliguri), l’Associazione indiana di calcio e il Celebrity Management Group (CMG). I calciatori che che hanno accettato di partecipare (e che per i quali vi sara’ un’altra specifica asta, e quelli dei tecnici che guideranno i team), oltre a Cannavaro sono gli argentini Hernan Crespo e Juan Pablo Sorin, del francese Robert Pires, del britannico Robbie Fowler, dello spagnolo Fernando Morientes e del nigeriano Jay Jay Okhocha. Tre degli allenatori sono britannici (Peter Reid, John Barnes e Colin Todd), insieme al nigeriano Samson Siasia, al boliviano Marco Etcheverry, al canadese Teitur Thodarson e allo slovacco Milos Rus.

Ma non e’ che una prima lista provvisoria perche’, hanno sottolineato i responsabili del CMG, ”in questo sforzo di globalizzazione le squadre potranno reclutare fino a quattro calciatori stranieri, insieme ad un gruppo di giovani under 21 ed a 14 atleti indiani”.

Ogni settimana – e per dieci settimane – si giochera’ dal mercoledi’ alla domenica, quasi sempre in notturna, ed i diritti di trasmissione degli incontri saranno ceduti ad un gruppo televisivo (probabilmente MP Silva) che proporra’ le dirette nei paesi dell’Asia sud-orientale, ma anche in alcuni paesi d’Europa e d’America. L’asta prevede la cessione dei diritti di gestione delle squadre per dieci anni ed il prezzo minimo per l’aggiudicazione di ciascuna squadra parte da 100.000 euro per le squadre minori e 150.000 per le grandi (Kolkata e Siguri). .