Calciomercato Juventus: Del Neri e Marotta sono il futuro

Pubblicato il 15 maggio 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2010 17:29

Beppe Marotta

“Alla Juve con Del Neri? Preferisco non parlarne, siamo alla vigilia di un match importante, il presente è la Samp e siamo molto concentrati su quello che è un traguardo storico per tutti”. Lo dice il direttore generale della Sampdoria, Giuseppe Marotta, intervenendo sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, che ha diffuso una sintesi delle sue dichiarazioni.

“Sappiamo, com’é giusto che sia – ha sottolineato – che il Napoli non regalerà nulla, dunque abbiamo preparato la partita con grande attenzione, consapevoli che abbiamo da conseguire un risultato storico. I momenti chiave della stagione? Fondamentali sono stati i successi del derby e con il Milan, ma anche la vittoria di Udine, tempo fa, quando venivamo da un periodo non positivo. Acquisti e cessioni? Intanto bisogna dire che il progetto Samp è un progetto costruito negli anni che ha portato anche alla valorizzazione di un altro asse, che è quello giovanile”. Marotta ricorda che “per quanto riguarda la prima squadra abbiamo raggiunto il top in queste sette anni di A della gestione Garrone, ed è ovvio che oggi nel calcio se non c’é progettazione, non c’é competenza ed una società forte che permetta ai professionisti una certa autonomia, è difficile raggiungere certi livelli. Per quanto riguarda il mercato della Samp la squadra non sarà smantellata, anzi i giocatori migliori costituiranno l’ossatura futura”. Quanto all’avversario, il Napoli, “é una squadra forte, che magari ha avuto un po’ di difficoltà all’inizio. La società è molto organizzata e non dimentichiamoci che proviene dalla C ed il processo di crescita doveva per forza avere i suoi tempi. Il Napoli quest’anno è cresciuto ulteriormente, anche con l’arrivo di Mazzarri, e ritengo che in futuro bisognerà considerare il Napoli tra le primissime del campionato. Il problema del gol? De Laurentiis ed i suoi collaboratori sono molto attenti, ed è stata esplicitata l’intenzione di prendere un giocatore nel settore offensivo, non é facile trovarlo, perché i club difficilmente cedono i migliori. Credo, ad ogni modo, che il Napoli potrà risolvere quello che può essere un problema, anche se Mazzarri è stato bravissimo a registrare il suo gioco”.