Calciomercato Juventus: Drogba, Llorente e Immobile. È caccia al bomber

Pubblicato il 9 Gennaio 2013 1:15 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2013 1:15
Calciomercato Juventus: Drogba, Llorente e Immobile. È caccia al bomber

Calciomercato Juventus: Drogba è il sogno (LaPresse)

TORINO – La Juventus ha bisogno di attaccanti di peso per rinforzare la rosa in questa finestra di calciomercato. La strategia bianconeri sembra chiara: portare subito a Torino Drogba o Immobile, ed acquistare a giugno, a parametro zero, Fernando Llorente. 

Immobile in questo momento gioca titolare nel Genoa ma è evidente che non direbbe no ad un ritorno alla base. Infatti Immobile è un prodotto del vivaio juventino che si è fatto le ossa tra Siena, Pescara e Genoa.

Il sogno è Didier Drogba che però ad Eurosport ha frenato: ”In questo momento ci sono voci sul mio futuro, ma in realta’ nessun club mi ha contattato. Ho un contratto con lo Shanghai Shenhua”.

”Non dimentichiamoci che i Campioni dell’Italia siamo noi e non abbiamo alcune intenzione di abdicare”. Gigi Buffon volta pagina dopo l’errore di ieri e la sconfitta con la Sampdoria e rilancia le ambizioni della Juve.

Che oggi e’ tornata ad allenarsi in vista del match di Coppa Italia di mercoledi’ contro il Milan. Un immediata prova di riscatto, la prima di un mese delicato, come l’ha definito Antonio Conte che oggi ha tenuto la squadra a rapporto.

Il tecnico non ha digerito il modo in cui e’ maturata la sconfitta con la Sampdoria. Non si possono lasciare punti per strada per leggerezza e lo ha sottolineato nel discorso che ha preceduto l’allenamento, cui hanno assistito anche il presidente Agnelli, l’ad Marotta e il direttore sportivo Paratici. ”Serve ritrovare la ‘fame’ della scorsa stagione”, e’ stato l’invito alla squadra.

”Purtroppo – analizza Buffon sulla sua pagina Facebook – ieri e’ stata davvero una giornata no, la squadra non ha saputo giocare come sa e neppure io, visto il primo gol subito senza dubbio evitabile…”. ”Una grande squadra – aggiunge il portiere bianconero – e’ tale solo se e’ capace di risollevarsi subito dopo queste cadute, quindi facciamo tutti tesoro degli errori commessi ieri per evitare di ripeterli e soprattutto trasformare la delusione di ieri in rabbia agonistica, la stessa che ci ha permesso di raggiungere la vetta della classifica”.

L’imperativo e’ di riprendere subito il cammino, a cominciare da mercoledi’ con i rossoneri e da domenica a Parma, la prima del girone del ritorno. Bisognera’ stringere i denti nel prossimo mese e mezzo, ha avvertito Conte che deve fronteggiare anche il problema infortuni.

Oltre a Pepe, Bendtner e Chiellini (ai box per lungo tempo), per una decina di giorni manchera’ anche Marchisio. Passata la grande paura iniziale, oggi il centrocampista e’ stato sottoposto a terapie per superare la forte botta al ginocchio destro. E anche Vucinic non e’ al meglio per il solito fastidio a un tendine della caviglia.

Per questo, un occhio va anche al calciomercato, che dovrebbe portare almeno un attaccante.