Calciomercato Juventus: Quagliarella, Pazzini

Pubblicato il 28 Agosto 2010 0:01 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2010 0:05

Attacco stellare per la Juventus. Amauri e Vincenzo Iaquinta ne avranno per qualche mese e allora ecco le contromosse di Beppe Marotta. Dopo l’arrivo di Fabio Quagliarella, i tifosi del Napoli si sentono traditi, ecco anche Giampaolo Pazzini.

Ha giocato in tutte le nazionali giovanili, con l’Under 19 nel 2003 ha vinto l’Europeo U-19 disputato in Liechtenstein.

Dal 2004 al 2007 ha militato nella Nazionale Under-21, con la quale ha realizzato 5 gol in 22 presenze. Ha partecipato a 2 Europei U-21, nel 2006 con il tecnico Gentile, e nel 2007 con il tecnico Casiraghi.

Il 24 marzo 2007 partecipa alla partita di inaugurazione del nuovo Wembley, una sfida tra le rappresentative Under-21 di Italia e Inghilterra. In quella occasione segna il primo gol nella storia del nuovo stadio, dopo appena 30 secondi dal fischio d’inizio dell’incontro. Successivamente segnerà altri due gol nella stessa partita e uscirà a 15 minuti dalla fine salutato con una ovazione dai 55.000 spettatori presenti. A fine partita, data la tripletta, suo fu il pallone con gli autografi di tutti i giocatori, come è consuetudine in Inghilterra.

Il 28 marzo 2009, a 24 anni, esordisce in Nazionale con il c.t. Lippi nella partita Montenegro-Italia (0-2) valida per le qualificazioni ai Mondiali 2010; subentrato a Iaquinta, dopo quindici minuti realizza il suo primo gol in Nazionale con un colpo di testa. Quattro giorni dopo a Bari viene schierato titolare contro l’Irlanda: la sua partita termina però al 4′ del primo tempo, quando viene espulso a causa di una gomitata sul volto al difensore John O’Shea. Alla sua terza presenza sbaglia un rigore contro l’Irlanda del Nord.

Viene convocato per i Mondiali 2010 in Sudafrica.Fa il suo debutto nella seconda partita del girone contro la Nuova Zelanda (1-1), subentrando dalla panchina per sostituire Marchisio al 61′.