Calciomercato Lazio, maxi offerta del Newcastle per Immobile: 55 milioni più stipendio monstre per il calciatore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 17:57 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 17:57
Calciomercato Lazio, maxi offerta del Newcastle per Immobile: 55 milioni più stipendio monstre per il calciatore

Calciomercato Lazio, maxi offerta del Newcastle per Immobile: 55 milioni più stipendio monstre per il calciatore (foto Ansa)

ROMA – Calciomercato, il Newcastle farebbe sul serio per Ciro Immobile, bomber della Lazio che a Roma ha segnato già ben 116 gol in appena 167 presenze.

Stando a quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport con Carlo Laudisa, il club inglese avrebbe offerto 55 milioni di euro alla Lazio e ben 8 milioni di euro a stagione al bomber campano.

L’offerta è veramente importante se ricordiamo che la Lazio acquistò Immobile dal Siviglia per appena 8.5 milioni di euro.

Inoltre il calciatore percepisce “appena” 2.5 milioni di euro a stagione (al Newcastle ne prenderebbe più del doppio all’anno…).

Insomma sono cifre che farebbero tentennare qualunque società e qualunque calciatore. Ma come andrà a finire? Lo scopriremo presto perché il calciomercato estivo è vicino.

Non solo calciomercato, parla Parolo: “Sarei felicissimo di vivere un’estate così da tifoso”.

 “Sarei felicissimo di vivere un’estate così da tifoso: ci saranno partite tutte le sere, belle da vedere con un amico, ovviamente ad un metro di distanza.

E’ una bella immagine che possiamo dare del calcio italiano e sono convinto che sarà così”.

Così il centrocampista della Lazio Marco Parolo, intervenuto in esclusiva su Dazn per il nuovo format ‘Countdownto… Serie A’ realizzato in occasione della ormai prossima ripresa della Serie A TIM e disponibile on-demand sulla piattaforma.

    Tra la Lazio e la corsa scudetto che riprende, ci sarà il 24 giugno l’Atalanta a Bergamo.

Per i biancocelesti la sfida ai nerazzurri riporta sempre grandi ricordi:

“E’ stata la svolta della nostra stagione – ammette Parolo ricordando la sfida dell’andata culminata con un pirotecnico 3-3 –

Nell’intervallo eravamo sotto di tre reti: ci siamo guardati, non c’è stato tanto bisogno di parole, oppure una litigata che uno si potrebbe aspettare in un momento così. Era più come se ognuno dentro di sé avesse capito che bisognava cambiare più per il bene della squadra che per il proprio bene”.

    “Il rigore del 3-3 di Ciro ci ha cambiato la stagione: perché se perdevi 3-2 avevi comunque perso.

Quella è stata la partita dell’orgoglio, della voglia, di caparbietà.

E’ stata una reazione di squadra con una fame che poi ci siamo portati in altre:

abbiamo vinto tante partite negli ultimi minuti, perché la squadra ci ha sempre creduto e ha dimostrato di saper sempre lottare con i denti per ottenere una vittoria”, conclude il mediano biancoceleste. (fonte ANSA).