Milan, tante cessioni e qualche ritorno: il punto della situazione

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 maggio 2019 14:17 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 14:18
Milan, tante cessioni e qualche ritorno: il punto della situazione

Milan, tante cessioni e qualche ritorno: il punto della situazione. André Silva nella foto ANSA / MATTEO BAZZI

MILANO – Il Milan è un cantiere aperto. In molti lasceranno Milanello al termine della stagione. Forse anche l’allenatore Gattuso ed il dirigente Leonardo (al suo posto dovrebbe arrivare Campos, mago delle plusvalenze). Ma non sono solo allenatore e dirigenti a tenere banco, ci saranno molti calciatori che lasceranno la maglia rossonera dopo l’ultima giornata di campionato per trasferirsi altrove. Andiamo ad analizzare la situazione, ruolo per ruolo. 

Calciomercato Milan, i calciatori in uscita ruolo per ruolo. 

PORTIERI – Il Milan ha troppi portieri. Uno tra il fratello di Donnarumma e Plizzari verrà ceduto altrove. Almeno che non parta lo stesso Gigio Donnarumma, corteggiato da grandi club come Paris Saint Germain e Tottenham. In ogni caso, tre sono troppi. Uno andrà altrove. Il fratello di Donnarumma ha molto mercato in Grecia mentre il giovane Plizzari piace a mezza Serie B. 

DIFENSORI – Ci sono solamente due certezze: Ignazio Abate e Cristian Zapata lasceranno il Milan a parametro zero. I rossoneri hanno deciso di non rinnovare i loro contratti. E’ in bilico Strinic, calciatore che  è chiuso da Rodriguez e Laxalt e che ha saltato tutta la stagione tra problemi cardiaci e guai fisici. Potrebbe essere ceduto. Si parla di un suo possibile ritorno alla Sampdoria. 

5 x 1000

CENTROCAMPISTI – Tre partenze sono ufficiali: Montolivo, Mauri e Bertolacci lasceranno il Milan dopo non aver lasciato traccia nel corso di questo campionato. Bakayoko dovrebbe rientrare al Chelsea per fine prestito ma il Milan sta riflettendo sul fatto di riscattarlo o meno. Calhanoglu non ha convinto ed è in uscita ma al momento non ci sono offerte per l’ex centrocampista del Leverkusen.

ATTACCANTI – Il Milan sarebbe disposto a cedere Piatek solamente nel caso in cui non dovesse arrivare la qualificazione alla prossima Champions League. In quel caso i rossoneri sarebbero costretti a cederlo, perché è il calciatore che ha più mercato, per rispettare gli obblighi finanziari fissati dal fair play finanziario.

RIENTRI – Tornano al Milan André Silva, Gustavo Gomez e Simic. Questi tre calciatori non verranno riscattati dalle società dove hanno giocato in prestito. Il Milan dovrà decidere se tenerli o se piazzarli altrove.