Calciomercato Milan, tutti i segreti di Angelo Correa: Papa Bergoglio, la sorella e i narcos e la morte del fratello

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2019 18:33 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2019 18:33
Calciomercato Milan Correa Papa Bergoglio narcos

Correa in azione con la maglia dell’Atletico Madrid. Potrebbe essere il prossimo colpo di calciomercato del Milan (foto Ansa)

MILANO – Manca ancora l’ufficialità ma salvo sorprese, Angelo Correa sarà il prossimo colpo di calciomercato del Milan. I rossoneri investiranno più di 40 milioni di euro per portarlo a Milano.

Calciomercato, Milan investe soldi ricavati dalla cessione di André Silva per arrivare a Correa. 

Questo affare è stato reso possibile dalla cessione di André Silva al Monaco che ha portato nelle casse del Milan circa 30 milioni di euro. Il Milan lo pagherà 40 milioni di euro di parte fissa più bonus facilmente raggiungibili che potrebbero portare l’affare ad addirittura 50 o 55 milioni di euro. Una plusvalenza incredibile per l’Atletico Madrid che cinque anni fa lo ha acquistato dal San Lorenzo per appena 7.5 milioni di euro. 

Tutti i segreti dell’uomo mercato sono svelati dal Corriere della Sera in un articolo a firma di Stefano Agresti. Correa è nato in un quartiere povero di Rosario in Argentina, qui ha visto morire   il padre e uno dei dieci fratelli.

Come riporta il quotidiano spagnolo “Marca”, sua sorella Julieta è stata arrestata lo scorso febbraio insieme ad un membro della banda dei narcos “Los Manos” per il suo presunto coinvolgimento in degli attentati contro membri del potere giudiziario argentino. 

Correa ha dovuto superare numerose avversità ed è stato anche per merito del carattere che ha superato lo choc di un intervento al cuore per un tumore benigno, che gli hanno diagnosticato nell’estate del 2014, appena arrivato in Europa. Lo ha aiutato la fede. Un anno prima di partire per Madrid, nel 2013, è stato cresimato da Bergoglio, che all’epoca era vescovo e non ha mai nascosto la sua passione per il San Lorenzo.

A causa di quell’intervento al cuore, effettuato a New York (e di cui si vedono le tracce in alcune sue foto a torso nudo), Angel Correa è rimasto fermo quasi sei mesi. Ha ricominciato ad allenarsi a dicembre, non è tornato in campo in una partita vera con l’Atletico fino alla stagione successiva ma è riuscito a trascinare l’Argentina al trionfo nel Sudamericano Under 20. E’ uno che non molla, non c’è che dire. Anche se segna poco (fonti Il Corriere della Sera, articolo di Stefano Agresti, e Marca).