Calciomercato Milan, Higuain: “Ibrahimovic? Sogno di giocare con lui…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Novembre 2018 21:56 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2018 22:32
Calciomercato Milan, Higuain: "Ibrahimovic? Sogno di giocare con lui..."

Calciomercato Milan, Higuain: “Ibrahimovic? Sogno di giocare con lui…”
ANSA/PAUL BUCK

MILANO – Nulla può essere mai dato per scontato. Lo ha imparato Gennaro Gattuso, grazie all’esperienza maturata in un anno ”difficile” come allenatore del Milan. Così, probabilmente memore dell’esordio-beffa contro il Benevento, passato alla storia con il gol di Brignoli, di mestiere portiere, il tecnico vuole evitare ”una figuraccia” contro il Dudelange.

”Sulla carta siamo nettamente più forti ma guai a sottovalutare l’avversario e ricordiamoci la fatica fatta all’andata. O domani vinciamo o siamo in mezzo alla strada”, la pragmatica annotazione che gli viene spontanea in conferenza, osservando classifica e calendario del girone F di Europa League. Gattuso, che chiude la polemica con il Ministro degli Interni Matteo Salvini (”Ci siamo chiariti, io ho i miei problemi e lui i suoi”), per la prima volta dopo l’espulsione rimediata con la Juventus ritrova Gonzalo Higuain, già decisivo in Lussemburgo. ”Ora deve essere un esempio”, il richiamo alla responsabilità di Gattuso. ”Con la Juve ho sbagliato e ho chiesto scusa, voglio dimostrare al Milan che ha fatto bene a puntare su di me”, la risposta carica di buoni propositi di Higuain, tra i primi ad entrare in campo nella rifinitura. Tra i due il feeling è palpabile: si cercano con lo sguardo mentre sono seduti fianco e fianco e all’unisono negano una possibile partenza dell’argentino (”Non ho mai chiesto di andare via, più chiaro di così”).

Gattuso ne esalta le doti di leadership, chiedendogli al tempo stesso di placare certe lamentale: ”Lui è molto molto importante per noi a livello tecnico ma deve esserlo anche a livello umano e comportamentale. Deve essere impeccabile. Ci ha dato ha dato una grandissima mano fin qui. Poi ci sta che un uomo sbagli, l’importante è chiedere scusa e ripartire con entusiasmo e voglia. Lui ha una dote: sa di essere un giocatore forte ma non è presuntuoso, vive lo spogliatoio divertendosi, riesce a fare gruppo e gli altri lo ascoltano. Ma quando la linea non è dritta e la vede storta inizia ad innervosirsi, quando incomincia ad essere polemico e la squadra respira tutto questo. Ci ho parlato, non vuole andare via. Si lamenta perché gli sto troppo addosso, ma se non lo faccio mi viene a chiedere di gridare ancora di più. E’ un giocatore che ci teniamo stretto”.

Higuain sogna di giocare insieme a Ibrahimovic

Higuain non vuole essere definito ”la stella” del Milan e non nasconde il desiderio di giocare con Ibrahimovic: ”E’ un grandissimo ed è sempre un bene avere giocatori con questa mentalità ma dipende dalla società. Io sono qui per aiutare il club a raggiungere i propri obiettivi, con Gattuso ho un rapporto onesto e mi capisce meglio di altri. Non mi aspettavo un Milan più competitivo, solo più fortunato”. Con un appunto: ”Abbiamo perso qualche punto di troppo, dobbiamo imparare a non abbatterci e stare più concentrati”.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.