Calciomercato Milan: Ibrahimovic, Balotelli, Ferdinand. Il punto

Pubblicato il 20 Maggio 2012 10:14 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2012 0:33

MILANO  –  Calciomercato Milan: Ibrahimovic, Balotelli, Ferdinand; facciamo il punto sulle strategie di mercato di Adriano Galliani, dg del club rossonero, per rafforzare la rosa del Milan in vista degli impegni della prossima stagione.

”Ibrahimovic riuscira’ a vincere una Champions, sicuramente con la maglia del Milan: non e’ vero che il Manchester City lo stia tentando”. Parola di Adriano Galliani che ai microfoni di Sportmediaset prova a scacciare le sirene inglesi che hanno messo nel mirino il fuoriclasse svedese. ”Partecipare alla festa della Uefa, organizzata per la finale di Champions League – aggiunge l’Ad del Milan – spero sia di buon auspicio per il nostro futuro: gia’ essere nelle 32 che prenderanno parte alla fase a gironi della prossima edizione e’ un buon segnale: speriamo prima o poi di tornare a giocarla una finale, non solo essere ospiti”.

Mario Balotelli ha detto no al Milan: “Il prossimo anno giocherò ancora con il Manchester Cityanche se mi manca l’Italia come paese, ma per un calciatore laPremier League è il massimo. Vestire la maglia azzurra è stato sempre il mio sogno fin da bambino. Ho tantissima voglia che non vedo l’ora di iniziare. Darò il massimo. Voglio che la Nazionale disputi un grande Europeo.

Antonio e’ un grande amico. Con lui parlo spesso e scherziamo sempre. Quando è stato male non sono stati dei bei giorni nemmeno per me e per scherzare gli avevo detto che se non andava agli Europei non sarei andato nemmeno io.

Prandelli e Mancini sono i più grandi che ho avuto, non solo come allenatori ma soprattutto come persone. Per gli Europei posso promettere che non ci saranno problemi. Mi controllerò. Delle questioni sentimentali preferisco non parlare. Con Raffaella Fico ci siamo lasciati ad inizio aprile. Non so perché continui a dire certe cose ai giornali e non a me”.

Il Milan sta raggiungendo l’accordo con Rio Ferdinand: il nazionale inglese non ha più spazio a Manchester e vedrebbe di buon occhio il trasferimento in un club prestigioso come quello rossonero.