Calciomercato Milan: Kakà, Poli, Ogbonna. Le dichiarazioni di Galliani

Pubblicato il 8 Giugno 2013 11:43 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2013 11:43
Calciomercato Milan: Kakà, Poli, Ogbonna. Le dichiarazioni di Galliani (LaPresse)

Calciomercato Milan: Kakà, Poli, Ogbonna. Le dichiarazioni di Galliani (LaPresse)

CALCIOMERCATO MILAN – Nelle ultime ore sono stati accostati molti calciatori al Milan – Kakà, Poli ed Ogbonna – ma Adriano Galliani è stato molto chiaro sulle strategie di calciomercato del Milan.

La linea del Milan per il calciomercato è: ”Se non parte nessuno, piu’ o meno non arriva nessuno”.

Parola dell’a.d. Adriano Galliani. Anche perche’, ha affermato, ”non partiamo dietro a nessuno”. E non cambiera’ i piani nemmeno il superamento del preliminare di Champions, promette. Quindi, ”nel 2013 non ci sara’ ne’ ‘Mister X’ ne’ ‘Mister Y’, ma solo i 25 buoni giocatori che abbiamo in rosa”.

”Nel 2013, su 20 partite abbiamo fatto 45 punti, perdendone una sola a Torino su rigore con la Juve. Siamo assolutamente la prima squadra da gennaio 2013, quindi non partiamo dietro a nessuno – ha spiegato Galliani -. I numeri sono questi. La squadra e’ competitiva se ha fatto piu’ punti di tutti”.

Da qui l’idea che ”se non parte nessuno, piu’ o meno non arriva nessuno. Se esce qualcuno viene sostituito”. Ma ”in questo momento abbiamo 25 giocatori, la rosa sara’ di 25, quindi potremmo anche andare in vacanza”.

Nessun tormento percio’ per questa sessione estiva di mercato. ”Nel 2013 – ha promesso – non ci sara’ ne’ ‘Mister X’ ne’ ‘Mister Y‘, ma solo i 25 buoni giocatori che abbiamo in rosa. Sara’ il mio tormentone fino alla chiusura del mercato. Il preliminare di Champions non ci condizionera”’.

Anche sull’attacco, nessuna novita’. Si attendera’ il recupero di Giampaolo Pazzini.

”Abbiamo Pazzini che non ci sara’ nei play off di Champions ma non prenderemo un calciatore che dopo un mese non ci serve piu’ – ha proseguito Galliani -. Pazzini fino a quando non tornera’ sara’ sostituito da un ragazzo della Primavera.

La nostra non e’ una scelta da mercato povero ma crediamo che questi 25 siano in grado di competere. L’anno prossimo avremo una delle squadre piu’ giovani d’Europa”.