Calciomercato Milan: Tevez, Ibrahimovic, Ganso, Witsel, Mudingayi. Le trattative

Pubblicato il 27 Maggio 2012 11:31 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2012 11:31

Tevez (LaPresse)

MILANO  – Calciomercato Milan: Tevez, Ibrahimovic, Ganso, Witsel, Mudingayi; Adriano Galliani, massimo dirigente del club rossonero, sta cercando calciatori di livello internazionale in vista della prossima stagione calcistica.

Ibrahimovic potrebbe partire: Manchester City, Anzhi e Chelsea sono sulle sue orme. I soldi incassati dalla cessione dello svedese potrebbero essere investiti per calciatori come Ganso del Santos, Witsel, Gabi Mudingayi del Bologna o Carlos Tevez di Citizens.

”Non so se anche l’anno prossimo sara’ duello Juve-Milan. I bianconeri hanno strameritato pero’ posso dire che noi ci saremo”’. Antonio Nocerino non e’ preoccupato delle voci che stanno riguardando il suo club, dalle paturnie di Ibrahimovic alla linea improntata sull’austerity.

”Il Milan e’ e resta una grande squadra e una grande societa’ che ha fatto la storia nel calcio – ha proseguito – Non voglio entrare nel merito delle parole di Ibra, dico solo che io sono orgoglioso di far parte di questa squadra”. Fra l’altro proprio col Milan, Nocerino ha disputato la sua stagione piu’ prolifica, con 11 reti, bottino che gli ha permesso di non sentirsi piu’ un turista per caso a Coverciano.

”Gia’ a Palermo avevo fatto tre anni buoni che mi avevano portato in azzurro, pero’ giocare nel Milan mi ha messo piu’ in evidenza anche se io sono sempre lo stesso. Mi vien da ridere se penso ad un anno fa quando arrivai a Coverciano, molti pensavano che mi avevano preso dal semaforo vicino. E’ stato bello far cambiare idea a molta gente”. E oggi c’e’ chi lo considera l’erede di Gattuso: ”Vedo le sue foto qui, Rino e’ un cimelio e sarebbe da presuntuosi paragonarmi a lui. Io mi auguro di fare anche solo l’1% della sua carriera”. Intanto Nocerino e’ nel gruppo azzurro che si sta preparando per gli Europei: ”Puntiamo a raggiungere il massimo e il debutto con la Spagna non ci preoccupa. Abbiamo un grandissimo centrocampo, tra i piu’ forti d’Europa”.

Nessun incidente diplomatico, ma dalla famiglia Berlusconi proprietaria del Milan trapela stupore e un po’ di fastidio per le dichiarazioni di Zlatan Ibrahimovic, che ha definito ”un problema” la situazione economica del club che ”non permette di acquistare alcuni giocatori che servono”. Negli ambienti della proprieta’ rossonera si osserva che la famiglia Berlusconi spende circa 190 milioni di euro per gli stipendi e 300 milioni di euro per la gestione della squadra. E, a quanto filtra, sorprende che queste osservazioni provengano da uno come Ibrahimovic che ha un ingaggio da 12 milioni di euro, sui livelli di Lionel Messi.