Calciomercato Novara: Mascara, Rinaudo, Labrin; le trattative

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 11:28 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 11:28

NOVARA – Calciomercato Novara: Mascara, Rinaudo, Labrin; facciamo il punto sulle trattative di mercato della società piemontese per rafforzare la rosa in vista degli impegni del campionato italiano di calcio di Serie A; molto attivo intanto il Novara, che ha ufficializzato la cessione del difensore LABRIN al Palermo (ha firmato a titolo definitivo fino al 2016), il rientro dell’attaccante ADIEDU dal Como e l’ingaggio (in prestito) del difensore RINAUDO dal Napoli.

Sempre dal Napoli a breve sembra solo questione di ore per MASCARA, che avrebbe accettato l’offerta del club piemontese del prestito con diritto di riscatto.È un attaccante che nasce centravanti ed in seguito impiegato a Catania anche sull’ala sinistra. Può giocare indifferentemente anche al centro o a destra.

Il 31 gennaio 2011, ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato, viene acquistato a titolo definitivo dal Napoli per 1,2 milioni di euro,  firmando un contratto fino al 2013.  Indisponibile per la prima partita utile a causa di una squalifica, debutta in maglia azzurra il 6 febbraio 2011 nella partita interna contro il Cesena, nella quale subentra a Marek Hamšík al 74′  e serve a José Ernesto Sosa l’assist per il definitivo 2-0.

Il 17 febbraio esordisce a 31 anni nelle competizioni internazionali per club disputando dal primo minuto l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, pareggiata per 0-0 in casa contro gli spagnoli del Villarreal.

Il 10 aprile 2011 segna il primo gol in maglia azzurra aprendo le marcature nella partita esterna contro il Bologna (0-2 il risultato finale).  Conclude la sua prima stagione al Napoli con 3 gol in 14 presenze di campionato più 2 gettoni in Europa League.

Il 27 settembre 2011 debutta in Champions League nella seconda partita della fase a gironi vinta per 2-0 in casa contro gli spagnoli del Villarreal: entra in campo al 79′ subentrando a Marek Hamšík.