Calciomercato Roma: Brighi potrebbe restare

Pubblicato il 21 maggio 2010 8:47 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2010 8:47

Matteo Brighi

Matteo Brighi potrebbe restare alla Roma. La richiesta è partita direttamente dall’allenatore Claudio Ranieri.

Cresce nel vivaio della sua città natale il Rimini, dove in due anni di Serie C2, scende in campo 44 volte segnando sette reti. Nella stagione 2000-2001 fa un triplo salto passando in Serie A, con la Juventus dove giocherà 11 volte. L’anno seguente indossa la maglia del Bologna, dove colleziona 32 presenze risultando uno dei migliori giovani centrocampisti del panorama italiano. Nella stagione 2002-2003 la Juventus lo cede in comproprietà al Parma, ma Brighi nella città emiliana non dimostrerà il suo valore anche a causa di continui infortuni, che ne minano il rendimento. Nel 2003, cambia nuovamente casacca, accasandosi con il Brescia in Serie A, qui Brighi giocherà un ottimo campionato ritornando ai fasti di un tempo, scende in campo 29 volte segnando un gol.

Nel 2004 la Juventus proprietaria del cartellino, lo ha ceduto definitivamente alla Roma nell’ambito dell’operazione che ha portato Emerson alla società torinese. Da qui Brighi è passato in prestito al Chievo Verona, dove in tre stagioni ha collezionato 89 presenze segnando 9 gol.

Nel 2007, a 26 anni, si è accasato definitivamente nella squadra giallorossa. Nella sua prima partita da titolare contro l’Empoli mette a segno il primo gol con la maglia della Roma.

Il 25 luglio prolunga il contratto con la società capitolina fino al 30 luglio 2012 a fronte di un compenso lordo a salire per un ammontare che va dai 1,3 milioni della stagione 2008-2009 ai 1,6 milioni della stagione 2011-2012. Cifre a cui vanno aggiunti ulteriori premi in caso di raggiungimento di prefissati obbiettivi sportivi. Nella stagione 2008-2009 Brighi viene spesso utilizzato come titolare, offrendo prestazioni di ottimo livello e risultando spesso l’uomo chiave degli schemi giallorossi.

Il 26 novembre 2008 segna i primi 2 goal della sua carriera in Champions League, che permettono alla Roma di vincere sul campo del Cluj per 3 a 1.

Il 9 dicembre invece, realizza la prima delle 2 reti che consentono alla Roma di battere il Bordeaux e di qualificarsi, come prima del girone, agli Ottavi di finale della Champions League.

Segnerà anche gol in Serie A contro Palermo, Inter e Lecce.

Realizza la sua prima doppietta in Serie A il 13 febbraio 2010 contro il Palermo nella partita finita 4-1 per i giallorossi.