Calciomercato Roma/ Totti:«I Sensi restano e io firmo fino al 2014». Queste le parole del capitano giallorosso

Pubblicato il 5 Luglio 2009 13:56 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2009 13:56

totti_romaPrima conferenza stampa della stagione per il capitano della Roma Francesco Totti.

Oltre a rispondere, a tono, all’avvocato Irti il numero 10 giallorosso ha parlato anche di tutti gli altri argomenti caldi del momento.

Questione Societaria– Totti è stato chiaro:«Da quello che so Rosella ha detto che rimarrà lei presidente, così mi ha detto. E sono fiero di avere un presidente così.

Da quanto ho saputo io nessuno ha fatto una offerta reale. Rosella ha detto che se avrà una offerta importante per il bene della Roma venderà».

Nicola Irti– Il capitano ha specificato:«Mi spiace che un avvocato così importante abbia detto cose così pesanti nei miei confronti. Non so a che pro le abbia dette.

Le accetto e basta. Sono contento delle risposte date da importanti personaggi come politici, tifosi e il presidente Sensi, mi hanno anticipato. La cosa certa è che io sono astemio. Al contrario di altri…».

Rinnovo del contratto-«Prima di partire in ritiro ho parlato con Rosella giovedì e abbiamo deciso che appena tornato dal ritiro fimerò il contratto.

Lo farò prima dell’esordio in Europa League. Resterò per altri 5 anni alla Roma, sfortunatamente per qualcuno…».

Voglia di Riscatto– «La scorsa stagione è stata negativa e peggio di così sarà difficile fare. Non so se ariveranno giocatori o no. Vedrete comunque una Roma con una grande voglia di riscatto.

Fare proclami all’inizio è troppo facile. E’ inutile parlare ora di scudetto o Champions. Passo dopo passo cercheremo di arrivare il più in alto possibile».

Calciomercato– «Io voglio i campioni e più ce ne sono e meglio è. So che il mister vorrebbe una punta di peso. Se lui ha questa richiesta sarà sicuramente accontentato. Modulo? Partiremo come lo scorso anno poi a seconda dei gicoatori che ci saranno valuteremo in corso.

La Roma così com’è oggi, è già molto competitiva. Guberti? E’ difficile giudicare un giocatore appena arrivato. E’ comunque un giovane promettente, ha fatto un grandissimo compionato con il Bari ed  è un bravissimo ragazzo».

Cambio di proprietà– «Ho parlato con la Sensi prima di partire e le ho dato qualche consiglio su alcune cose che dovrebbe fare in certe situazioni anche perchè dall’esterno viene fuori l’idea che lei non voglia vendere la Roma.

L’unica cosa vera è che nessuno ha fatto un’offerta reale. Se verrà un’offerta importante per il bene della Roma e della città la Sensi sarebbe disposta a vendere»

Stagione precedente– «L’anno scorso ci sono stati moltissimi problemi: caratterliali, fisici, atletici. Un anno negativo sotto molti punti di vista addolcito solo dalla buona sequenza di vittorie dopo Bologna.

La cosa che più ci ha penalizzato sono stati gli infortuni. Non credo sia stato un problema caratteriali visto che gli anni precedenti con Spalletti il carattere sicuramente non è mancato».