Calciomercato: Roma ufficialmente in vendita, il comunicato Italpetroli

Pubblicato il 27 luglio 2010 8:54 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 8:59

A.S.Roma

L’A.S.Roma Spa è ufficialmente in vendita. Rosella Sensi, presidente di Italpetroli, e Unicredit hanno raggiunto l’accordo in tarda serata, dopo la chiusura della borsa.

Ecco il comunicato ufficiale di Italpetroli e A.S.Roma Spa:

Comunicato Compagnia Italpetroli
Compagnia Italpetroli comunica, su richiesta della Consob che, in conformità alla Puntuazione dell’8 luglio scorso, è intervenuto tra le parti un accordo, previsto dalla Puntuazione stessa, avente ad oggetto la definitiva sistemazione dell’indebitamento finanziario complessivo del Gruppo Italpetroli.
L’accordo prevede, con riguardo ad A.S. Roma S.p.A., il conferimento di mandato esclusivo all’advisor Rothschild S.p.A. per l’assistenza ai fini dell’avvio del processo di cessione del pacchetto di controllo della stessa A.S. Roma S.p.A.. Ciò nelle more della riorganizzazione del Gruppo Italpetroli, che comporta tra l’altro la costituzione, tramite scissione di Compagnia Italpetroli, di una società (“Newco Roma”) partecipata dalla Famiglia Sensi e da UniCredit, secondo le attuali quote azionarie detenute in Compagnia Italpetroli, rispettivamente, pari al 51% e al 49%. A tale società verrà assegnato il pacchetto azionario di controllo di A.S. Roma, con l’obiettivo di procedere alla valorizzazione e alla vendita dello stesso.
In conformità con la Puntuazione, il Consiglio di Amministrazione di Compagnia Italpetroli, fin dalla fase di avvio della riorganizzazione, sarà composto da tre consiglieri, di cui uno indicato dalla Famiglia Sensi, uno indicato da UniCredit ed il terzo, Presidente con delega operativa, nella persona del Prof. Attilio Zimatore, di comune fiducia dei soci. All’esito dell’operazione di scissione la “Newco Roma” avrà la medesima corporate governance e subentrerà a Compagnia Italpetroli nel mandato di assistenza alla vendita dell’A.S. Roma.
Nel frattempo, A.S. Roma continuerà ad essere guidata dalla Dott.ssa Rosella Sensi.
L’accordo è sottoposto a talune condizioni sospensive che dovranno avverarsi entro il 30 settembre p.v., tra le quali l’assenso degli altri creditori bancari e la conferma da parte della Consob dell’assenza di obblighi di OPA in relazione alla descritta riorganizzazione.
Nella stessa giornata di oggi all’udienza arbitrale presso il Presidente Prof. Cesare Ruperto il Collegio, prendendo atto e su richiesta congiunta delle parti, ha disposto il rinvio del procedimento all’udienza dell’11 ottobre 2010.
Compagnia Italpetroli si riserva di informare tempestivamente il mercato sui successivi sviluppi.