Calcioscommesse, chiuso filone Bari. Ranocchia verso l’archiviazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Gennaio 2013 18:16 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2013 18:25
andrea-ranocchia

Andrea Ranocchia (LaPresse)

BARI – La Procura di Bari sta per notificare ad una ventina di indagati l’avviso di conclusione delle indagini preliminari per presunte combine nelle partite Bari-Treviso (0-1) di serie B del 10 maggio 2008 e Salernitana-Bari (3-2), sempre del torneo cadetto, del 23 maggio 2009. Lo si apprende in ambienti giudiziari.

Il numero dei destinatari dei provvedimenti non sarebbe superiore a 25, tutti accusati di frode sportiva. Tra questi vi sarebbero diversi ex calciatori del Bari, ma anche di Salernitana e Treviso, e dirigenti. Nell’inchiesta sono da tempo indagati anche gli ex calciatori biancorossi Cristian Stellini e Andrea Ranocchia, quest’ultimo ora all’Inter, ma non si sa quali siano le conclusioni della procura nei loro confronti.

Più precaria, in termini penali e per conseguenza anche calcistici, appare invece la posizione di molti altri giocatori del Bari, a iniziare da Andrea Masiello (già squalificato per due anni e due mesi) e proseguire con gli elementi più rappresentativi (Parisi, Gillet e Caputo) per i quali potrebbe essere richiesto più in là, nel rispetto dei tempi tecnici, il rinvio a giudizio.

Le notifiche degli avvisi di conclusione delle indagini, che solitamente preludono alla richiesta di rinvio a giudizio, saranno eseguite nei prossimi giorni dai carabinieri del Reparto operativo di Bari che hanno condotto le indagini.

Copia degli atti sarà trasmessa alla procura federale della Figc per le valutazioni disciplinari. A breve la procura pugliese concluderà anche le indagini sulle presunte combine di Bari-Sampdoria (0-1) e Palermo-Bari (2-1).