Calcio scommesse, nuove accuse per Conte. Micolucci: “Due gare truccate del Bari”

Pubblicato il 30 luglio 2012 13:25 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2012 13:25
Antonio Conte_Juve_2012

Antonio Conte (LaPresse)

ROMA – Antonio Conte avrebbe deciso di patteggiare tre mesi per le omesse denunce delle gare truccate Siena-Albinoleffe e Siena-Novara, ma intanto emergono nuove accuse.

Secondo La Repubblica, l’ex Bari Vittorio Micolucci, ha inviato un fax al procuratore federale Stefano Palazzi in cui aggiunge particolari legati al tecnico della Juve: “Nella stagione della promozione con Perinetti e Conte è stata fatta Piacenza-Bari con un pareggio e Salernitana-Bari con una sconfitta nostra”.

Secondo Micolucci “nella stagione della promozione – ha scritto nell’esposto – con Perinetti e Conte, è stata fatta Piacenza- Bari con un pareggio e Salernitana-Bari con la vittoria della squadra campana”. Poi si arriva alla stagione di serie A: “Sentendo le voci di Pederzoli e Sommese (suoi compagni all’Ascoli, ndr), che erano legati a Tisci, Erodiani, Parlato e automaticamente agli zingari, mi dissero che Parma-Bari era una partita fatta per la vittoria del Parma. Infatti loro ci scommisero sopra ed erano arrabbiati perché persero tanti soldi. Infatti ci furono delle risse a fine partita (ndr, Morrone picchiò Marco Rossi). Nei giorni successivi dicevano che soltanto una parte della squadra del Bari sapeva della combine”. Rimanendo a quella stagione, “in riferimento a Bari-Sampdoria (gara ancora al centro dell’inchiesta barese ndr) mi dissero che tramite Guberti la Samp si fece avanti per vincere la partita”.

Il fax, due pagine scritte a mano che arricchiscono di nuovi dettagli e disegnano un organigramma dell’associazione criminale con più gruppi che lavoravano contemporaneamente, è stato allegato agli atti da Palazzi e acquisito dalle Procure di Bari e Cremona che a questo punto chiameranno Micolucci.