Calcioscommesse online: pm chiede quattro mesi di reclusione per Di Michele, Pinzi, Jankulosvki e Margiotta

Pubblicato il 5 Luglio 2010 15:56 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2010 16:19

David Di Michele

Quattro mesi di reclusione e 500 euro di multa: è la pena chiesta oggi a Udine dal pm Lorenzo Del Giudice per cinque persone imputati di violazione della legge antiriciclaggio in un’inchiesta su scommesse on line. Si tratta degli ex giocatori dell’Udinese Giampiero Pinzi, Marek Jankulosvki, David Di Michele e Massimo Margiotta, e del commerciante friulano Gianluigi Prevedello.

Per loro lo stesso pm ha chiesto l’improcedibilità per avvenuta prescrizione in ordine a una contravvenzione per le scommesse fatte, mentre per una sesta imputata – Paola Bausano, dipendente della società inglese Eurobet – ha chiesto l’assoluzione dalle accuse di violazione delle norme antiriciclaggio (con la formula ”per non aver commesso il fatto”) e organizzazione delle scommesse (”perché’ il fatto non costituisce reato”).

Nell’ambito dello stesso processo, partito da un’inchiesta avviata nel 2005, altri imputati hanno già chiesto e ottenuto il patteggiamento nei mesi scorsi. Fra questi Armando Zamparo, ex edicolante di piazza Matteotti, a Udine, al quale – secondo le contestazioni della Procura del capoluogo friulano – tra il 1998 e il 2005 si rivolsero gli scommettitori, per un giro d’affari, scoperto dalla Guardia di Finanza, di oltre un milione di euro.

La sentenza del processo, in corso davanti al giudice monocratico Daniele Faleschini del Tribunale di Udine, è prevista per il prossimo 16 luglio.