Caldara torna all’Atalanta in cambio di Kjaer, tifosi Milan protestano sui social: “Siamo la loro succursale”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 9 Gennaio 2020 21:14 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2020 21:14
Caldara torna all'Atalanta in cambio di Kjaer, tifosi Milan protestano sui social: "Siamo la loro succursale"

Caldara con la maglia dell’ Atalanta nella foto Ansa

MILANO – Lo scambio di calciomercato che farà tornare Caldara all’Atalanta e porterà Kjaer al Milan ha scatenato la furia dei tifosi rossoneri sui social network: “Un tempo dominavamo in Europa, adesso loro giocano e vincono in Champions League a San Siro e ci impongono scambi di calciomercato che vanno solamente a loro vantaggio. Siamo diventati la succursale dell’Atalanta”. 

Il Milan ha deciso di privarsi di un giovane talento come Caldara proprio quando aveva recuperato finalmente dai suoi problemi fisici, al suo posto si appresta a prendere Kjaer che è un calciatore che in Italia ha fatto male sia con la maglia della Roma che con quella dell’Atalanta. Posta in questi termini, in effetti sembra una operazione di calciomercato favorevole alla “Dea”. 

Non solo, fa discutere anche la formula. Caldara tornerà all’Atalanta con la formula del prestito di 18 mesi, un campionato e mezzo, con diritto di riscatto, fissato a quindici milioni di euro, senza un contro riscatto in favore dei rossoneri. Così se Caldara diventerà il campione che in molti pensano, il Milan non avrà alcuna possibilità di riacquistarlo. 

Kjaer invece deve rilanciarsi dopo una prima parte di stagione da incubo dove ha collezionato solamente cinque presenze in campionato ed una in Champions League. Il danese è arrivato la scorsa estate all’Atalanta in cambio del “bocciato” Skrtel ma non è mai riuscito ad imporsi e per questo motivo Gasperini ha dato il consenso alla sua cessione ai rossoneri.