Campione Nba annuncia nascita della figlia su Facebook

Pubblicato il 23 maggio 2010 10:46 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2010 16:35

Dopo il Dalai Lama, un’altra personalità legata mondo cinese ha utilizzato Facebook e Twitter per dialogare con il mondo, nonostante il divieto delle autorità di Pechino di utilizzare questi sistemi informatici.

 Yao Ming, il gigante della pallacanestro cinese, in forza agli Huston Rockets dell’Nba americana, ha annunciato la nascita di sua figlia tramite Facebook e Twitter.

Attraverso le pagine del social network più diffuso al mondo, ma bandito in Cina, così come con i “cinguettii” di Twitter, che Pechino ha vietato da tempo, sono arrivati a Yao gli auguri di colleghi dell’Nba e di fan, sia americani che cinesi. In patria Yao è una leggenda nazionale.

Nato a Shanghai 29 anni fa, il giocatore più alto dell’Nba campeggia su moltissimi cartelloni pubblicitari, prestando la faccia ad aziende internazionali.

 E’ proprietario di una squadra di basket di Shanghai e sposato con una ex campionessa cinese di basket, Ye Li, da cui ha avuto una bambina nata di 3,6 kg e che i media cinesi prenosticano diverrà alta almeno 1,99 metri. La sua nascita non ha portato solo polemiche per la scelta di utilizzare sistemi ‘vietati’ per annunciarla, ma anche per quanto riguarda la decisione dei genitori di far nascere la bimba negli Usa.

I fan cinesi del gigante e anche alcuni politici del paese della grande muraglia, si sono risentiti del fatto che la figlia di una icona nazionale abbia la cittadinanza americana e non quella cinese.

 Tra Usa e Cina, infatti, non ci sono accordi per ottenere la doppia cittadinanza e al momento la figlia di Yao possiede solo quella americana.

 Una volta adulta però potrà chiedere la cittadinanza cinese. L’altro ieri il leader spirituale dei tibetani, osteggiato da Pechino, aveva utilizzato Twitter per comunicare con i cinesi che in qualche modo hanno accesso alla piattaforma di mini-messaggi.