Cannavaro: “Roma-Napoli come una finale”

Pubblicato il 9 Febbraio 2011 18:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2011 18:47

NAPOLI- In attesa dei rientri di tutti e sei i nazionali (al momento e’ rientrato soltanto Victor Ruiz ndr) il Napoli scalda i motori in vista del match di sabato sera contro la Roma all’Olimpico. Una sfida, quella contro i giallorossi, che da sempre ha un sapore particolare ma che, classifica alla mano, oggi assume un carattere ancora piu’ importante: tutti gli occhi saranno infatti puntanti su Lavezzi, Cavani e compagni, vera sorpresa di questo campionato.

La compagine allenata da Walter Mazzarri, 46 punti e seconda posizione in classifica, fara’ di tutto per non interrompere la propria corsa sul Milan capolista tenendo ben presente che un eventuale passo falso potrebbe spianare la strada all’Inter che di punti ne ha due in meno.

Dall’altro lato, la squadra di Ranieri vorra’ in tutti i modi riscattarsi dalla pesante sconfitta rimediata proprio contro i nerazzurri a Milano. E quello che una volta era considerato il derby del Sud continua a stimolare la voglia e la fantasia del popolo del tifo e anche degli stessi calciatori partenopei consci che una vittoria nella capitale rappresenterebbe un’ulteriore crescita di questa compagine. ”Sabato sara’ una finale, preferisco pensare solo a questa partita, e’ la nostra filosofia”, ha detto oggi il capitano azzurro Paolo Cannavaro il quale, a chi gli ha chiesto se allo scudetto ci pensa ha risposto: ”Da tifoso ci penso, ma devo riflettere in maniera razionale, stiamo facendo benissimo, abbiamo tante partite difficili. La nostra crescita passa attraverso il Napoli. Non pronunciamo quella parola, pensiamo unicamente a migliorare”. E, all’Olimpico, Cannavaro si ritrovera’ di fronte Borriello, altro napoletano doc ed amico da sempre: ”Io e Marco siamo molto amici ma ai giallorossi toglierei De Rossi, e’ uno dei migliori. Fare punti all’Olimpico sarebbe importante, un’altra tappa per la crescita. Sicuramente non e’ una partita decisiva perche’ siamo ancora a febbraio. E’ una gara importante, ma non fondamentale”.

Totti o Menez? ”Sono entrambi due grandi giocatori ma pensiamo a noi. Mi aspetto un Napoli fenomenale e battagliero”, ha concluso il difensore. Intanto per la squadra seduta tecnico-tattica e partitella finale. Per Ruiz, di ritorno dall’impegno con la Spagna Under 21, solo lavoro di scarico. Allenamento differenziato, invece, per Vitale che prosegue la sua tabella di recupero dopo l’infortunio alla caviglia. L’esterno azzurro ha fatto corsa e allunghi. Domani e’ in programma una seduta pomeridiana d’allenamento.