Caos Milan, calciatori contro il ritiro. Marco Fassone nel mirino dei tifosi

Pubblicato il 20 dicembre 2017 11:10 | Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2017 11:11
Milan-calciatori-ritiro

Caos Milan, calciatori contro il ritiro. Marco Fassone nel mirino dei tifosi ANSA

MILANO – La sconfitta di Verona ha gettato nello sconforto l’intero ambiente milanista e i tifosi sono sul piede di guerra nei confronti di Marco Fassone. L’ad rossonero si è lasciato andare a una battuta poco felice nel corso della presentazione del libro del giornalista Pellegatti: “Speriamo di non aspettare 99 anni per vincere nuovamente…”. Una frase inopportuna in un momento in cui non ci sarebbe bisogno di gettare ulteriore benzina sul fuoco. A tutto questo si aggiunge il malcontento dei calciatori che non hanno gradito questo ritiro punitivo a pochi giorni da Natale, periodo nel quale avrebbero preferito stare in compagnia delle proprie famiglie.

“Questi giorni di ritiro insieme assumono un rilievo speciale per parlarci, stare insieme, scoprire cosa non va e risolvere i problemi. Perché questo gruppo ha bisogno di capire il valore di essere al Milan”.

Così l’ad del Milan, Marco Fassone, motiva la scelta di spedire la squadra in ritiro “fino a data da definirsi”. “Abbiamo annullato la cena di Natale perché non c’erano le condizioni per festeggiare, né fingere che non fosse successo niente – aggiunge Fassone dal palco della presentazione del libro del giornalista Carlo Pellegatti ‘Favole portafortuna per tifosi milanisti da 0 a 99 anni’ -.

Abbiamo lasciato passare la serata di domenica, c’è stato un momento di grande depressione: pensavamo ci fosse lo spirito giusto, eravamo preparati e convinti che potessimo svoltare”.