Carlitos Tevez, la maglietta e la storia della “Ciudad Oculta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2013 18:16 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2013 18:16

ROMA – “Ciudad Oculta”, questa la scritta sulla maglietta di Carlitos Tevez mostrata dopo il gol contro il Verona. Ma cos’è la “Ciudad Oculta”? La “Ciudad Oculta” è uno dei quartieri più poveri della periferia di Buenos Aires, la “città nascosta” perché durante i mondiali del ’78 in Argentina un muro separava la Villa 15, una delle villas miseria, dal resto del mondo. Il quartiere, l’insieme di baracche della Villa 15 fu infatti nascosto dalla dittatura militare per non “sporcare” l’immagine della nazione.

Le prime case furono costruite all’interno di una fabbrica abbandonata, e un’altra leggenda dice che quell’insieme di baracche, di favelas, fu così chiamato perché era impossibile vederle da dietro il muro della struttura industriale. Un quartiere povero, abbandonato, sottomesso dai trafficanti di coca e eroina, un barrio, una villas miseria proprio come quella dove è nato Tevez, a Fuerte Apache. Se non fosse stato per il calcio – ha dichiarato più volte Tevez – ora sarei finito come tanti ragazzi del mio quartiere. Sarei morto o in carcere, o là fuori in strada a drogarmi”.

tevez_ciudad_oculta-638x425