Carpi e Latina in Serie B. L’Aquila e Venezia in Prima Divisione. Rimini salvo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2013 19:01 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2013 19:04
Latina in Serie B, gol decisivo di Cejas (nella foto)

Latina in Serie B, gol decisivo di Cejas (nella foto)

ROMA – I verdetti dei playoff e dei playout del campionato italiano di calcio di Lega Pro.

Grande festa per il Latina ed il Carpi.

Le due squadre hanno conquistato la promozione in Serie B dopo due combattutissime finali playoff.

Il Latina ha battuto il Pisa per 3-1 al termine dei supplementari (1-1 al 90′) e per la prima volta nella sua storia ha centrato lapromozione in serie B. La gara di andata era finita 0-0.

Il Pisa si era portato in vantaggio con Barberis su punizione al 19′ del primo tempo. Pareggio del Latina con Jefferson nel primo minuto di recupero dei primi 45′. Il brasiliano è stato successivamente trasportato in ospedale per infortunio.

La gara si è decisa nei supplementari con i pisani in 9 per due rossi: decisive le reti di Cejas e Burrai.

Le reti che hanno deciso la promozione del Latina: Cejas su rigore al 9′ del primo tempo supplementare – con in porta Colombini vista l’espulsione del portiere Sepe – e dopo un altro rigore parato dallo stesso Colombini sempre a Cejas, il Latina ha ottenuto il terzo gol con Burrai nel 1′ del secondo tempo supplementare.

Partita imprevedibile a Lecce. Il Carpi, forte dell’1-0 della gara d’andata, è riuscito a pareggiare allo Stadio  Via del Mare grazie ad un calcio di punizione di Mehdi Kabine. Quasi un ‘golden gol’ che ha permesso al Carpi di centrare una storica promozione in Serie B.

Risultato a sorpresa se consideriamo il fatto che il Lecce aveva i favori del pronostico e aveva sbloccato la partita dopo soli due minuti di gioco con Bogliacino.

Il Carpi ha avuto il merito di non ‘sbandare’, di tenere botta, e la fortuna di trovare la conclusione vincente di Kabine con la collaborazione della barriera del Lecce.

Il Lecce resta in Lega Pro con l’amaro in bocca. E pensare che i salentini lo scorso anno giocavano in Serie A. I risultati sorprendenti sono dietro l’angolo nel calcio.

L’Aquila, dopo il successo in trasferta nella gara d’andata,   poteva anche amministrare la partita. Ed invece   i padroni di casa sono partiti forte e si sono portati subito  in vantaggio con Carcione; il raddoppio è stato siglato da  Iannini, mentre  la rete della bandiera del Teramo è arrivata nel finale di partita con Nocciolini.

L’Aquila promosso in Lega Pro Prima Divisione.

Grande festa per il  Venezia: la squadra di Sottili ha raggiunto la Prima Divisione al termine di una finale play off mozzafiato e decisa all’ultimo momento.

Due volte in svantaggio (gol del Monza con  Finotto e Gasbarroni), il Venezia è riuscito a portarsi  in parità con una magnifica doppietta di  Bocalon e, quando ormai i supplementari sembravano cosa certa, il giovanissimo  D’Appollonia ha firmato  il 3-2 per il Venezia. Una promozione sofferta ma meritata.

Gioie e dolori nella finale playout.  La vittoria del Rimini per 3-0   nella gara d’andata lasciava pochissimo spazio alle speranze di salvezza del Gavorrano, che è stato sconfitto anche nella gara di ritorno per 2-1. I gol  del Rimini, salvo, sono stati segnati  da Brighi e Morga. Nocciolini per la rete della bandiera del Gavorrano.