Milano, calciatori “ripuliti” dai ladri: furti nelle case di Eto’o, Sneijder e Kaladze

Pubblicato il 12 Gennaio 2011 10:32 | Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2011 10:32

Durante le vacanze di Natale, i “soliti ignoti” hanno preso di mira i calciatori: le case milanesi di Samuel Eto’o, Wesley Sneijder e Kaka Kaladze sono infatti state svaligiate. Al ritorno nel capoluogo lombardo, i due interisti e il georgiano ex milanista (oggi in forza al Genoa) hanno trovato una brutta sorpresa: porte blindate sfondate, casseforti aperte. Non si sa ancora a quanto ammontino i rispettivi bottini.

Eto’o aveva lasciato a guardia dell’appartamento di via del Gesù il suo cuoco, che tra l’altro era in casa al momento dell’arrivo dei ladri, come ha raccontato il “Corriere della Sera”. Ma alla polizia ha detto di non aver sentito niente. Il colpo è stato messo a segno nella notte di Santo Stefano. Dalle immagini registrate con le telecamere di sorveglianza, si vedono due uomini hanno forzato la porta blindata, penetrando all’interno. Hanno preso tutto quello che hanno trovato in cassaforte e una collezione di orologi.

L’appartamento di Kaka Kaladze si trova in viale Maino, al sesto piano. Anche qui la porta è stata forzata e sono spariti dodici orologi di grande valore.

Infine, nella via fratelli Gabba il furto nella casa di Wesley Sneijder è stato scoperto da un domestico, rientrato il 27 dicembre. Orologi e gioielli il bottino, più borse e abiti firmati.