Iker Casillas, infarto durante l’allenamento: operato d’urgenza, è fuori pericolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 maggio 2019 16:50 | Ultimo aggiornamento: 1 maggio 2019 17:18
Ricovero d'urgenza per problemi cardiaci per Iker Casillas: il portiere spagnolo ex Real, capitano della Spagna campione del mondo nel 2010 e ora al Porto, e' stato trasferito all'ospedale di Oporto, secondo quanto riportano diversi media portoghesi, ma sarebbe "fuori pericolo". Casillas si sarebbe sentito male al termine dell'allenamento, e avrebbe riportato - secondo 'A Bola' - un infarto al miocardio e sarebbe stato curato in tempo

Iker Casillas ha avuto un infarto durante l’allenamento con il Porto. Foto EPA/PETER POWELL

OPORTO – Il portiere del Porto Iker Casillas è stato colpito da un infarto durante un allenamento con il club portoghese. La società di Oporto ha confermato la notizia a TVi24. Casillas, 37 anni, è stato sottoposto a un piccolo intervento chirurgico (cateterismo), secondo quanto riportato da Maisfutebol, che ha spiegato come il portiere sarebbe cosciente e fuori pericolo. L’unica certezza è che Casillas non può tornare in campo fino al termine della stagione. Casillas, noto agli appassionati di calcio per i trionfi con il Real Madrid e la Nazionale Spagnola, ha rinnovato di recente il suo contratto con il Porto fino al 2021. 

Iker Casillas, la carriera di uno dei portieri più forti di tutti i tempi.  

Casillas è considerato uno dei migliori portieri di tutti i tempi, è stato una bandiera del Real Madrid, con cui ha vinto cinque campionati spagnoli, due Coppe del Re, quattro Supercoppe spagnole, tre UEFA Champions League, due Supercoppe UEFA, una Coppa Intercontinentale e una Coppa del mondo per club FIFA. Con il Porto ha vinto un campionato portoghese e una Supercoppa portoghese.

Il portiere spagnolo ha preso parte a ben cinque campionati Europei (2000, 2004, 2008, 2012 e 2016) – record assoluto –, quattro Mondiali (2002, 2006, 2010 e 2014) e due Confederations Cup (2009 e 2013), vincendo da capitano gli Europei 2008 e 2012 e il Mondiale 2010. Della Nazionale Spagnola di calcio è il primatista per presenze ufficiali. 

A livello individuale, detiene i record assoluti di presenze in Champions League e nelle competizioni UEFA per club, oltre ad essere il primatista di presenze nelle competizioni europee per il Real Madrid. È stato nominato cinque volte miglior portiere dell’anno dalla IFFHS (primato condiviso con Gianluigi Buffon);  occupa la 2ª posizione, alle spalle di Buffon, nelle classifiche IFFHS dei più forti estremi difensori del decennio 2000-2010,  del quarto di secolo 1987-2011  e del XXI secolo.