Caso Marchisio, la ricostruzione della vicenda in punti fondamentali

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Marzo 2015 11:14 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2015 11:15
https://www.blitzquotidiano.it/blitztv/claudio-marchisio-infortunato-guida-auto-video-2143956/

Marchisio al volante della sua vettura

ROMA – Dalla paura di un lungo stop e lo sconforto di Nazionale e Juventus, alla pura realtà che parla di pochi giorni di riposo. La stagione di Marchisio ha affrontato un bivio clamoroso, creando un vero e proprio caso diplomatico – di fatto sul nulla – tra la Juventus e i suoi tifosi e la Figc, con Antonio Conte sotto accusa. Un polverone che presto ha lasciato posto al sollievo bianconero per due referti simili ma interpretati in maniera diversa con un’unica cosa importante: Marchisio sta bene e la Juventus potrà contare su di lui in Champions. Ecco i punti fondamentali della vicenda. La ricostruzione di sportmediaset.mediaset.it.

INFORTUNIO, PRIMO RESPONSO: 6-8 MESI DI STOP
Durante l’allenamento del venerdì con la Nazionale, prima della partenza per Sofia, Claudio Marchisio nel corso del preriscaldamento accusa un dolore al ginocchio dopo un movimento maldestro. Il centrocampista si accascia al suolo e subito soccorso dallo staff medico della Nazionale viene sottoposto agli accertamenti del caso. Primo responso: lesione del crociato anteriore, 6-8 mesi di stop e stagione finita. Marchisio lascia il ritiro della Nazionale per far ritorno a Torino dove, intanto, il sereno lascia il posto alla tempesta di polemiche.

LE POLEMICHE TRA JUVENTUS E CONTE
La notizia rimbalzata su tutti i media dell’infortunio a Marchisio e non lascia indifferenti i tifosi della Juventus. Nel mirino finisce il ct Antonio Conte e sui social si scatena il putiferio per i metodi “massacranti” utilizzati dall’ex tecnico bianconero. Si va dagli sfottò (“preferivo ci eliminasse il Monaco, non Conte”) agli insulti, qualcuno azzarda delle minacce in vista della partita di martedì dell’Italia allo Stadium di Torino.

A mettere benzina sul fuoco poi ci pensa John Elkann. Il presidente della Fiat punta il dito contro Conte innescando un duro botta e risposta capace di far saltare la tregua tra il ct e la sua ex società che durava dalla scorsa estate. Il pessimo rapporto viene a galla e il volto scuro in conferenza e nelle interviste si spiega da solo. Giallo su un tweet di Allegri: “Parlatemi ancora di stage la prossima volta”.

COMUNICATO JUVE: NESSUNA LESIONE
Mentre sull’asse Torino-Sofia volano i coltelli bianconeri, un sospiro di sollievo illumina Marchisio e Allegri: nuovi esami alla clinica Fornaca a cui è stato sottoposto il giocatore hanno escluso la lesione del legamento crociato. Tradotto: qualche giorno di riposo e lungo stop scongiurato. Tutto rientrato tranne le polemiche che cavalcano l’onda mentre il dottor Castellacci finisce oggetto di scherno sui social network.

LA SPIEGAZIONE DEL MEDICO DELLA NAZIONALE
Lo staff medico della Nazionale, rappresentato da Castellacci, ribadisce la propria posizione supportata dall’istituto Fanfani. “Ci sono due referti e due verità – spiega il medico azzurro -. Continuo ad avere i miei dubbi del caso, ma non ne ho sulla serietà e la professionalità del mio staff e dei professionisti interpellati”. Il dottor Fanfani conferma la sublesione precisando che “diversi giocatori giocano con un crociato parzialmente lesionato”. Il problema, quindi, dovrebbe essere stato tutto nella comunicazione e divulgazione della diagnosi.

GINOCCHIO OK: COL MONACO CI SARA’
Il lieto fine arriva ventiquattro ore dopo l’infortunio in Nazionale. Il ginocchio di Marchisio, sottoposto a test di salute e stabilità con nuovi test, ha risposto bene. Dopo qualche giorno di riposo il giocatore potrà tornare in gruppo e la presenza contro il Monaco in Champions League non è in dubbio. Quel che resta è la rabbia tra la Juventus e Conte, a smentire le frasi di circostanza della scorsa estate al momento dell’addio.