Cassano: “Non capisco perché Prandelli non mi ha convocato”

Pubblicato il 16 Ottobre 2012 9:33 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2012 9:54
Cassano: “Non capisco perché Prandelli non mi ha convocato” (LaPresse)

MILANO – Antonio Cassano, ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”, ha commentato così la non convocazione in Nazionale da parte del ct Cesare Prandelli: “Mi irrita un pò che i giornalisti sapessero cinque giorni prima di me che non sarei stato chiamato in Nazionale . Spero di andare al Mondiale, ma se non accade vorrà dire che ho saltato anche il terzo, non e un dramma”.

Il giocatore barese ha ricordato i momenti drammatici vissuti l’anno scorso per un serio problema cardiaco, sostenendo di aver tenuto di morire e, dopo esserne uscito, “di aver ritrovato la voglia di giocare”. “Quella cosa mi ha cambiato – ha aggiunto – sono diventato più  responsabile. Così come mi ha cambiato la nascita di mio figlio”.

Cassano, che ha confermato che la moglie aspetta un altro bambino, “spero sia maschio anche lui”, e ha aggiunto di “divertirsi ancora molto a giocare, anche non c’è più la passione degli inizi: il pallone è divertimento, allegria, popolarità, soldi, ma la passione è un’altra cosa. Il massimo era giocare a torso nudo in piazza. Vincevo sempre ero il più forte, e non avevo responsabilità”.