Catania-Sassuolo, formazioni Serie A: Di Francesco con Floro Flores titolare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Ottobre 2013 9:13 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2013 9:13
Catania-Sassuolo, formazioni Serie A: Di Francesco con Floro Flores titolare (LaPresse)

Catania-Sassuolo, formazioni Serie A: Di Francesco con Floro Flores titolare (LaPresse)

CATANIA, STADIO MASSIMINO – Catania-Sassuolo,  formazioni probabili della partita valida per la nona giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

CATANIA-SASSUOLO Domenica ore 15 PROBABILI FORMAZIONI

Catania (4-3-3): Andujar; Izco, Gyomber, Rolin, Biraghi; Plasil, Tachsidis, Almiron; Castro, Bergessio, Barrientos
A disp.: Frison, Capuano, Ficara, Guarente, Maxi Lopez, Keko, Freire, Leto, Petkovic. All.: De Canio
Squalificati: Legrottaglie (1), Alvarez (1)
Indisponibili: Spolli, Bellusci, Monzon
Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Antei, Bianco, Acerbi; Schelotto, Kurtic, Marrone, Magnanelli, Longhi; Floro Flores, Berardi
A disp.: Pomini, Rosati, Pucino, Gazzola, Marzorati, Rossini, Chibsah, Missiroli, Laribi, Ziegler, Alexe, Farias, Zaza. All.: Di Francesco
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Gomes, Valeri, Terranova, Masucci

Catania e Sassuolo sono due delle 3 formazioni della serie A 2013/14 che segnano con meno giocatori, 4 a testa, come anche il Genoa. I 4 rossazzurri andati in gol sono stati finora Barrientos, Bergessio, Castro e Plasil, i 4 neroverdi Berardi, Floro Flores, Schelotto e Zaza. In Italia De Canio è al nono debutto da subentrante come tecnico professionista, incluso quello all’Udinese 1999/00 durante il ritiro estivo. Finora nelle precedenti 7 gare da subentrante, non considerando appunto Udine nel 1999/00, il tecnico lucano ha un bilancio decisamente negativo: 1 sola vittoria (2-0 esterno del suo Pescara contro il ChievoVerona, il 27 settembre 1998, in serie B) 2 pareggi e 4 sconfitte. Simone Missiroli, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 100° presenza della propria carriera in serie A. Le attuali 99 presenze sono state collezionate con le maglie di Reggina, Cagliari e Sassuolo. Il debutto di Missiroli in categoria risale al 24 aprile 2005: Brescia-Reggina 2-0. (Ha collaborato Football Data).

Gli anticipi del sabato. 

INTER-VERONA 4-2 (3-1)

INTER (3-5-1-1): Carrizo 5,5; Rolando 6,5, Ranocchia 5, Juan Jesus 5,5; Jonathan 6,5, Guarin 6,5, Cambiasso 6,5 (18′ st 17 Kuzmanovic 5,5), Alvarez 5,5, Nagatomo 6; Kovacic 6 (34′ st Taider 6); Palacio 7 (19′ st 7 Belfodil 6). (12 Castellazzi, 45 Maniero, 6 Andreolli, 25 Samuel, 18 Wallace, 31 Pereira, 16 Mudingayi, 90 Olsen, 9 Icardi). All.: Mazzarri 6,5.

VERONA: Rafael 5,5; Cacciatore 5 (38′ st 21 Gomez sv), Moras 5, Maietta 5,5, Agostini 5 (28′ st 8 Cacia sv); Romulo 6, Donati 5,5 (10′ st 30 Donadel 6), Jorginho 5,5; Martinho 6,5, Toni 7, Iturbe 5. (31 Mihaylov, 3 Albertazzi, 23 Gonzalez, 13 Bianchetti, 16 Rubin, 11 Jankovic, 26 Sala, 4 Laner, 7 Longo). All.: Mandorlini 5,5. RETI: 9′ Jonathan, 12′ Palacio, 32′ Martinho, 38′ Cambiasso, 11′ st Rolando, 26′ st Romulo. ARBITRO: Celi di Bari 6. AMMONITI: Cambiasso, Cacciatore, Jonathan, Iturbe per gioco falloso, Palacio per gioco non regolamentare. ESPULSI: Belfodil e Moras a fine partita per reciproche scorrettezze. RECUPERO: 0′ e 3. ANGOLI: 9-1. SPETTATORI: 43.097 con un incasso di 1.114.330,00 euro.

I GOL* – 9′ tiro al volo di Jonathan su calcio d’angolo di Cambiasso, la deviazione di Moras spiazza Rafael. – 12′ altro calcio d’angolo e conclusione di destro di Guarin, Martinho respinge addosso a Palacio facendo terminare la palla in rete. – 32′ Grande sponda di Toni per Martinho che solo in area fulmina Carrizo di sinistro. – 38′ gran sinistro a giro di Nagatomo che sbatte sul palo, Palacio ‘svirgola’ ma serve Cambiasso che insacca a porta vuota. – 11′ st corner battuto da Alvarez, Palacio lascia scorrere e Rolando infila dall’interno dell’area piccola. – 26′ st secondo assist della serata di Toni che serve Romulo in area, il brasiliano supera Carrizo con un sinistro all’angolino.

Sampdoria batte Atalanta 1-0 (0-0)

Sampdoria (3–4–1-2): Da Costa 6, Mustafi 7, Gastaldello 5,5, Costa 6, De Silvestri 6,5, Palombo 5 (1′ st Gentsoglou 6), Obiang 6,5, Regini 6, Bjarnason 6,5, Eder 5,5 (33′ st Soriano sv), Gabbiadini 5 (37′ st Pozzi sv). (30 Fiorillo, 5 Renan, 6 Rodriguez, 7 Castellini, 15 Wszolek, 20 Barillà, 35 Poulsen 37 Petagna, 44 Fornasier). All.: Delio Rossi 6,5.

Atalanta (4-4-1-1): Consigli 5,5, Bellini sv (23′ pt Nica 5), Stendardo 5,5, Yepes 5,5, Del Grosso 6, Brienza 5,5 (12′ st Livaja 5), Cigarini 5,5, Carmona 6, Raimondi 6,5, Moralez 6 (37′ st De Luca sv), Denis 5,5. (37 Sportiello, 4 Scaloni, 7 Livaja, 13 Canini, 18 Baselli, 28 Brivio, 44 Cazzola, 61 Gagliardini, 89 Marilungo, 90 Kone) All.: Colantuono 5,5.

Arbitro: Irrati di Pistoia 6. Rete: 11′ st Mustafi. Angoli: 5 a 3 per l’Atalanta. Recupero: 1′ e 3′. Espulsi: 17′ st Nica per fallo da dietro. Ammoniti: Eder, Gastaldello, Yepes, Costa per gioco falloso, Cigarini, De Silvestri per comportamento non regolamentare. Spettatori: paganti 1558 per euro 27675, abbonati 19101. ** IL GOL 11′ st – Mustafi devia di testa un corner dalla sinistra di Bjarnason, la palla è deviata con un braccio da Cigarini e finisce in rete.