Cesena-Milan: Ibrahimovic, Robinho, Ronaldinho e Pato, Berlusconi li vuole in campo

Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 Settembre 2010 9:21 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2010 11:06

Silvio Berlusconi non ha dubbi: Ronaldinho, Robinho, Pato e Ibrahimovic in campo dal primo minuto. E’ chiaro il messaggio al suo allenatore Max Allegri, serve un Milan bello e vincente.

”Ho allestito un Milan molto spettacolare, capace di divertire, in cui tutti i migliori possano giocare insieme, se stanno bene”.

Gli ultimi colpi di mercato hanno infiammato i tifosi del Milan e sembrano rilancia l’entusiasmo dello stesso Silvio Berlusconi, anche se – in un’intervista alla Gazzetta dello sport – precisa che non e’ vero che ho ritrovato l’amore per il Milan, perche’ io l’ho sempre avuto”.

Ammette comunque che ”negli ultimi due anni, pero’, non avevo condiviso il modo con cui la squadra era messa in campo, prima con Ancelotti poi con Leonardo”.

Per questo dice di aver provato ”dolore” nel vedere che ”le risorse a loro disposizione non erano opportunamente impiegate. In alcune partite non abbiamo fatto nemmeno un tiro in porta”.

Adesso con Massimiliano Allegri sembra si sia instaurato un nuovo feeling e che sara’ un Milan ancor piu’ trazione anteriore lo dimostrano anche gli ultimi acquisti. Il tecnico – afferma Berlusconi – non rischia anche se non vince ”perche’ noi abbiamo sempre lasciato lavorare tutti”.

E a chi pensa che gli acquisti di Ibrahimovic e Robinho siano una mossa pre-elettorale il premier risponde: ”Discorsi che non hanno senso, tanto e’ vero che alle elezioni andremo fra tre anni”.

Berlusconi e’ inoltre convinto che Ibra ‘stara’ con noi a lungo” perche’ ”al Milan c’e’ un ambiente ideale in cui tutti si trovano bene” e ribadisce che i rossoneri punteranno ancora una volta ”a esser protagonisti in Italia e in Europa, come sempre”.

Il presidente non sembra dare infine molte chance invece a un altro possibile clamoroso ritorno a Milano, quello di Mario Balotelli: ”Questo non mi risulta. Non ne ho mai sentito parlare”. Invece se l’ex idolo milanista Kaka’ dovesse invece tornare promette: ”Lo applaudirei anche nell’Inter, perche’ e’ sempre un grande giocatore”.

Ibra suona la carica: “Possiamo vincere tutto”. C’è grande euforia in casa rossonera e Allegri dovrà dimostrare di essere un grande allenatore e di gestirla al meglio.

Si attende una formazione spettacolo contro il Cesena. Gli emiliani non sono da sottovalutare, sono reduci da un grande pareggio contro la Roma e si sono rafforzati con gli arrivi di Igor Budan e Luis Jimenez. Ecco il Milan di domani: