Il Milan rimanda la festa scudetto: l’Inter piega nel recupero il Cesena

Pubblicato il 30 aprile 2011 19:54 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 16:28

CESENA- Cesena-Inter 1-2 Gol: Igor Budan 55′ (C) Giampaolo Pazzini 94′ e 96′ (I). (Campionato Italiano di Calcio di Serie A). 

La “gufata” del Milan non è riuscita. L’Inter vince una partita incredibile al Dino Manuzzi di Cesena.

Milan, che beffa! Al novantesimo di Cesena-Inter i rossoneri erano ad un passo dal titolo: sarebbe bastato un risultato positivo domani contro il Bologna per festeggiare. I nerazzurri, infatti, perdevano 1-0. Poi il calo dei padroni di casa e la straordinaria prestazione di Pazzini (doppietta) hanno permesso alla squadra di Leonardo di ribaltare il risultato (2-1) nei minuti di recupero.

Leonardo deve fare a meno di Julio Cesar e Sneijder. Al loro posto Castellazzi e Thiago Motta. In avanti il tridente Pandev-Milito-Eto’o. Ficcadenti risponde con Giaccherini e Jimenez dietro a Budan. Il Cesena parte forte, pressing alto e pressione continua sui nerazzurri. Al 5′ Giaccherini ha un’opportunità clamorosa: la difesa nerazzurra si fa beffare da un lancio in profondità, l’attaccante si ritrova a tu per tu con Castellazzi, ma si allunga la palla e non riesce di punta ad anticipare l’intervento del portiere. L’Inter contiene lo slancio dei padroni di casa, ma in avanti è praticamente assente. La prima azione pericolosa degli uomini di Leonardo arriva al 32′ con Milito che offre un buon pallone a Cambiasso a centro area, ma la difesa respinge.

Nessuna sostituzione nell’intervallo. La ripresa comincia con il Cesena in avanti e l’Inter che controlla lasciando l’iniziativa agli avversari. Dopo dieci minuti, i padroni di casa vanno in vantaggio: Ceccarelli crossa dalla destra, Ranocchia e Lucio saltano a vuoto e da pochi passi Budan, al volo, spinge in rete. In cinque minuti Leonardo prova a cambiare la partita inserendo Mariga e Pazzini al posto di Motta e Pandev. Lucio ci prova di testa da calcio d’angolo, ma non trova la porta. Al 28′ Ficcadenti fa entrare Benalouane per Giaccherini, poi fuori l’autore del gol Budan e dentro Malonga. Inter ancora pericolosa su corner: Pazzini anticipa il suo marcatore ma l’inzuccata finisce a lato. I nerazzurri adesso spingono. Ficcadenti inserisce Piangerelli per Ceccarelli. Il Cesena si chiude ma con Malonga, a tre minuti dalla fine del tempo regolamentare, va vicinissima al colpo del ko. Gli ospiti ci credono. Pazzini, con un grandissimo gol di destro, porta il match sull’1-1. I padroni di casa sono sulle gambe, l’Inter è tutta in avanti, vuole rinviare la festa scudetto del Milan. A meno di un minuto dalla fine ancora Pazzini, straordinario il suo impatto sulla partita, con una inzuccata regala la vittoria all’Inter.

Le formazioni ufficiali della partita dello stadio Dino Manuzzi di Cesena.

CESENA (4-3-3): Antonioli; Ceccarelli, Pellegrino, Von Bergen, Lauro; Sammarco, Caserta, Parolo; Giaccherini, Malonga, Jimenez. A disp.: Calderoni, Santon, Benalouane, Appiah, Gorobsov, Budan, Bogdani. All.: Ficcadenti

INTER (4-3-1-2): Castellazzi; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; J.Zanetti, Cambiasso, Kharja; T.Motta; Milito, Eto’o. A disp.: Orlandoni, Materazzi, Chivu, Mariga, Obi, Pandev, Pazzini. All.: Leonardo.