Champions, l’Atletico riprende la Juve (2-2). Atalanta esordio choc a Zagabria, 4-0 per i croati

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 Settembre 2019 23:08 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2019 9:04
Champions Atletico Juventus Dinamo Atalanta gol risultato marcatori

Champions, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

ROMA – Dopo il pareggio dell’Inter contro lo Slavia Praga, e l’impresa del Napoli contro il Liverpool, la Juve ha sfiorato il colpaccio a Madrid mentre l’Atalanta è stata schiantata nel giorno del suo esordio storico in Champions League. 

Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, la Juventus era riuscita a portarsi sul 2 a 0 grazie ai gol di Cuadrado e Matuidi. Il colombiano, ispirato da una grande apertura di Higuain, aveva battuto Oblak con un bolide di sinistro che aveva terminato la sua corsa sotto l’incrocio dei pali. Matuidi invece aveva segnato di testa, da due passi, su cross dalla sinistra di Alex Sandro. 

Nel momento migliore della Juventus, l’Atletico è riuscito a rientrare in partita. Due minuti dopo il gol di Matuidi, Savic ha accorciato le distanze con un colpo di testa ravvicinato su cross, sempre di testa, di Gimenez. La Juve ha reagito ma ha sprecato alcune ripartenze e l’Atletico l’ha punita al 91′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la squadra di Madrid, Herrera ha anticipato tutti di testa, anche il compagno di squadra Gimenez, e ha battuto imparabilmente Szczesny. 

Atletico Juve Cristiano Ronaldo gesto

Champions, il gesto di Ronaldo ai tifosi dell’Atletico: “Avete avuto paura eh?”

Prima del fischio finale, c’è stato un altro brivido. Cristiano Ronaldo, fischiato dal primo all’ultimo minuto, ha sfiorato il gol con un gran destro dopo un numero incredibile tra due difensori dell’Atletico Madrid. Il Wanda Metropolitano ha tirato un bel sospiro di sollievo come rimarcato anche da Cr7 con un gesto del tipo: “Avete avuto paura eh?”. Atletico e Juve riniziano la loro Champions League con un pareggio. 

Esordio da incubo per l’Atalanta in Champions League. La squadra allenata da Gasperini è sparita dal campo dopo aver incassato il primo gol. Evidentemente,  i bergamaschi non hanno ancora la forza mentale per reagire a questi tipi di avversità. 

I padroni di casa hanno fatto il bello ed il cattivo tempo con Orsic, autore di una tripletta, e Leovac, in grado di sbloccare la partita al primo affondo. Adesso l’Atalanta è chiamata alla reazione immediata, a partire dalla prossima gara di Champions League. 

Champions League, risultati e marcatori delle partite di Juventus e Atalanta. 

Atletico Madrid-Juventus 2-2, gol: Cuadrado al 47′, Matuidi al 65′, Savic al 69′ e Herrera al 91′.
Classifica: Lokomotiv Mosca 3, Juventus e Atletico 1, Leverkusen 0. 

Esordio stagionale per la Juventus in Champions League. Sarri affronta il big match contro l’Atletico Madrid con un 4-3-3 con Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Higuain e Cristiano Ronaldo. Simeone risponde all’ex allenatore del Chelsea con un 4-4-2 con Oblak; Trippier, Savic, Gimenez, Lodi; Koke, Saul, Thomas, Lemar; Joao Felix e Diego Costa.

Nei primi cinque minuti di partita non ci sono stati tiri in porta ma si è già capita una cosa: Cristiano Ronaldo verrà fischiato a ogni tocco di palla. Al 15′, Joao Felix è andato al tiro dopo un dribbling su Bonucci e De Ligt, Szczesny si è superato deviando la sua conclusione in calcio d’angolo. Al 34′, Pjanic è andato vicinissimo al gol. Il suo tiro dal limite dell’area di rigore, è stato deviato in calcio d’angolo da un difensore. Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero. 

La Juventus è passata in vantaggio al 47′. Cuadrado, ben servito da Higuain, ha fatto partire un gran sinistro che ha terminato la sua corsa sotto l’incrocio dei pali. Al 59′, Gimenez ha calciato alto, da due passi, su assist di Trippier. La Juventus ha raddoppiato al 65′. Matuidi ha segnato di testa da due passi su cross dalla sinistra di Alex Sandro. 

L’Atletico Madrid accorcia le distanze al 69′. Gimenez crossa in mezza per Savic che insacca in rete di testa. Al 72′, la Juve ha sprecato una grande occasione per andare sul tre a uno. Higuain ha sparato sul portiere avversario, sulla ribattuta, ha calciato a botta sicura Matuidi ma il suo tiro è stato salvato sulla linea da Trippier. 

Al 78′, Sarri butta nella mischia anche Dybala al posto di Gonzalo Higuain (autore dell’assist per il gol di Cuadrado). All’81’, Szczesny ha alzato in calcio d’angolo una bella conclusione a rete di Vitolo. Doccia gelida per la Juve, l’Atletico ha pareggiato i conti al 91′ con Herrera. Il calciatore messicano ha segnato di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore dell’Atletico. 

Al 93′, la Juve ha sfiorato il tre a due con Ronaldo. Cr7 ha dribblato due avversari dell’Atletico e ha fatto partire un destro potentissimo che è uscito di un soffio. E’ finita, 2-2 tra Atletico e Juve. 

Dinamo Zagabria-Atalanta 4-0, gol: Leovac al 10′, Orsic al 31′, al 42′ e al 68′.
Classifica: Dinamo e City 3, Atalanta e Shakhtar 0. 

Esordio storico per l’Atalanta in Champions League. Gasperini affronta la gara con un 3-4-3 con Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Ilicic, Zapata e Gomez. I padroni di casa rispondono con un 4-3-3 con Livakovic; Stojanovic, Théophile-Catherine, Peric, Leovac; Moro, Dilaver, Ademi; Olmo, Petkovic e OIrsic. 

La prima occasione da gol è stata creata dall’Atalanta al 6′. Il tiro di Ilicic ha sfiorato la traversa a Livakovic battuto. Dinamo Zagabria in vantaggio al 10′. Risultato sbloccato da Leovac che chiude al meglio un’azione in cui Olmo aveva costretto Masiello a un salvataggio quasi sulla linea di porta. Sulla sua respinta però Leovac è il più bravo a seguire l’azione e battere Gollini.

Raddoppio della Dinamo Zagabria al 31′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo giocata illuminante di Olmo che smarca Leovac: l’autore del primo gol scarica per Orsic che dal limite dell’area apre l’interno destro e la mette nell’angolo alla sinistra di Gollini. Tre a zero Dinamo. Al 42′, Orsic ha segnato da due passi su assist di testa di Ademi. Il primo tempo è terminato con la Dinamo in vantaggio di tre gol sull’Atalanta. 

Notte fonda per l’Atalanta, al 68′ Orsic segna il gol della sua tripletta e cala il poker per la Dinamo Zagabria. E’ finita, Atalanta ko pesantemente a Zagabria, 4-0 per i padroni di casa.