Champions League: impresa storica dell’Atalanta, è agli ottavi. Juve vince anche a Leverkusen

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 11 Dicembre 2019 19:51 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2019 22:58
Champions League, Shakhtar-Atalanta 0-0. Bayer-Juventus alle 21

Champions League, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

ROMA – Il calcio italiano è in festa per le qualificazioni di Juventus e Atalanta agli ottavi di finale di Champions League. I bianconeri erano già qualificati, da primi del girone, prima di questo turno, i nerazzurri hanno dovuto staccare il pass per gli ottavi al termine di una partita storica sul campo dello Shakhtar. L’impresa dell’Atalanta è straordinaria perché i nerazzurri erano alla loro prima partecipazione alla Champions League e dopo le prime tre partite del girone erano ancora fermi a zero punti. La svolta è stata la partita di San Siro contro il City. L’Atalanta fermò la corazzata inglese sull’uno a uno collezionando il suo primo storico punto in Champions.

Poi la bella vittoria interna contro la Dinamo Zagabria, preludio alla “finale” di Kharkiv. Per passare il turno, l’Atalanta era obbligata a vincere in Ucraina e a sperare in un risultato positivo del City a Zagabria. Così è stato. L’Atalanta ha vinto 3 a 0 in Ucraina con reti di Castagne, Pasalic e Gosens, mentre il City, nonostante fosse già qualificato come primo del girone, ha stravinto in Croazia. Il sogno è diventato realtà, la Dea è tra le sedici squadre più forti d’Europa. 

Nell’ultima gara del girone, la Juventus ha fatto il suo dovere vincendo anche a Leverkusen grazie al solito show di Dybala. L’argentino è stato inserito in campo sul risultato di zero a zero, in un tridente delle meraviglie con Ronaldo e Higuain, e ha servito i due assist che hanno portato alle reti dei suoi compagni d’attacco. Cristiano Ronaldo ha segnato a porta vuota su cross di Dybala dalla sinistra, mentre Higuain ha segnato con un tiro rasoterra dopo un bel tocco della Joya. 

CHAMPIONS LEAGUE, BAYER LEVERKUSEN-JUVENTUS 0-2, gol: Cristiano Ronaldo al 75′ e Gonzalo Higuain al 90′.
La classifica finale: Juventus 16 (qualificata agli ottavi da testa di serie), Atletico 10 (qualificato agli ottavi da secondo classificato), Bayer 6 (retrocesso in Europa League) e Lokomotiv 3 (eliminata da tutto). 

Il Bayer Leverkusen sfida la Juventus puntando su  Hradecky; L. Bender, Dragovic, S. Bender, Sinkgraven; Bellarabi, Demirbay, Aranguiz, Diaby; Havertz e Alario. I bianconeri rispondono con Buffon; Danilo, Demiral, Rugani, De Sciglio; Cuadrado, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi; Higuain e Ronaldo. 

All’11’, Higuain si è mangiato un gol clamoroso. L’attaccante argentino si è presentato davanti al portiere avversario ma invece di calciare a rete ha cercato un passaggio, che non è riuscito, per Cristiano Ronaldo. Al 12′, Diaby stava per punire Higuain! Il suo tiro a botta sicura è terminato sul palo a Buffon battuto.

Al 20′, Cristiano Ronaldo ha sfiorato la rete del vantaggio. Il portoghese ha superato un avversario con un doppio passo e ha fatto partire un diagonale che è uscito di un soffio. Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero. 

La Juventus ha sbloccato il risultato al 75′. Dybala, poco dopo il suo ingresso in campo, ha effettuato un gran cross dalla sinistra per il portoghese, Ronaldo non ha potuto fare altre che insaccare a porta vuota. Al 90′, Higuain ha raddoppiato con un bel rasoterra sempre su assist di Dybala. E’ finita, la Juventus ha chiuso il girone con il successo di Leverkusen.  

CHAMPIONS LEAGUE, SHAKHTAR DONETSK-ATALANTA 0-3, gol: Castagne al 65′,  Pasalic al 79′ e Gosens al 94′.
La classifica finale: Manchester City 14 (qualificato agli ottavi da testa di serie), Atalanta 7 (qualificata agli ottavi da seconda classificata), Shakhtar Donetsk 6 (retrocesso in Europa League) e Dinamo Zagabria 5 (eliminata da tutto). 

Lo Shakhtar ha sfidato l’Atalanta con  Pyatov; Dodo, Kryvtsov, Matviyenko, Ismaily; Alan Patrick, Stepanenko; Tete, Kovalenko, Taison e Junior Moraes.  

La squadra di Gasperini ha risposto agli ucraini con Gollini; Djimsiti, Palomino, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Pasalic e Muriel.  

Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero, partita equilibrata tra le due squadre. L’Atalanta ha sfiorato il gol in due occasioni con Muriel. Nella prima, il colombiano non ha tirato in porta per servire Pasalic ma il suo passaggio è stato sbagliato ed il centrocampista non è riuscito a segnare da posizione defilata.

Nel secondo caso, Muriel ha sparato alto sopra la traversa quello che era praticamente un rigore in movimento. Sul finire della prima frazione di gioco, Gollini ha salvato il risultato con una parata prodigiosa su un tiro a botta sicura di Moraes. Atalanta in vantaggio al 65′.

In un primo momento, la rete del calciatore nerazzurro era stata annullata per una presunta posizione di fuorigioco di Gomez ma poi l’arbitro è stato richiamato all’ordine dai suoi assistenti che si trovavano nella stanza del var… Gomez si trovava in posizione regolare al momento del cross, quindi la rete da due passi di Castagne  è regolare. 

Al 74′, Gollini è stato bravo a bloccare un tiro cross dalla destra di Solomon. Al 76′, Dodo è stato espulso per una gomitata ai danni di Freuler. Con gli avversari in dieci uomini, l’Atalanta ha chiuso la partita al 79′ con Pasalic. Il centrocampista della Dea ha insaccato da due passi non lasciando scampo agli avversari.

Al 94′, Gosens ha sfruttato il retropassaggio sbagliato da Stepanenko per segnare in scivolata da due passi.  E’ finita, l’Atalanta è agli ottavi contro ogni pronostico dopo aver iniziato il girone con tre sconfitte consecutive. Capolavoro dei ragazzi di Gasperini a Kharkiv.