Champions League: Bayern-Chelsea 4-5 dcr il tabellino

Pubblicato il 20 Maggio 2012 8:57 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2012 15:32

Monaco di Baviera (Germania) – Il cielo di Monaco di Baviera si colora di Blues. Un Chelsea tutto cuore e coraggio sale per la prima volta nella sua storia sul tetto d’Europa battendo ai rigori il Bayern Monaco al termine di una finale emozionante e ricca di colpi di scena. L’uomo del destino, ancora una volta, è il simbolo dei londinesi: Didier Drogba. Sua la rete che salva il Chelsea a due minuti dalla fine, suo il rigore che decide il destino della Champions League 2011-2012. Un trionfo che vendica la beffa di Mosca, dove i Blues vennero battuti ai rigori dal Manchester United nel 2008, e che consacra Roberto Di Matteo. Il tecnico ‘per caso’, chiamato a traghettare una squadra allo sbando dopo la disastrosa gestione di André Villas Boas, completa la sua missione portando la squadra sul gradino più alto. Un traguardo inimmaginabile solo pochi mesi fa ma che probabilmente non gli garantirà la conferma sulla panchina.

Il Bayern scende in campo deciso a sfruttare il fattore campo e le tante assenze dei Blues, arrivati in Germania senza Terry, Ivanovic, Ramires e Raul Meireles. La squadra di Heynckes si impossessa del primo tempo, ma il lungo predominio territoriale dei padroni di casa non riesce a sbloccare il risultato. I Blues si difendono con ordine e sfruttano il contropiede, in perfetta linea con la gestione Di Matteo. I bavaresi si avvicinano al vantaggio con Robben, ma il sinistro dell’olandese è deviato sul palo da Cech. Praticamente mai pericolosi invece i londinesi.

Nella ripresa il copione non muta. Dopo nove minuti esplode l’urlo dei tifosi di casa, ma il gol di Robben viene annullato per fuorigioco. Il Bayern tiene in mano la manovra e passa al 38′. Traversone dalla sinistra di Kroos, Muller schiaccia di testa e sorprende Cech. A sette minuti dalla fine, i tedeschi sono campioni d’Europa. Il Chelsea, però, dimostra ancora una volta di possedere sette vite. A riequilibrare i conti, a due minuti dal fischio finale, è Drogba, bravissimo ad anticipare tutti sul corner di Mata. Si va ai supplementari e le emozioni non si placano. Dopo tre minuti il Bayern ha la grande occasione per riportarsi in avanti. Fallo ingenuo di Drogba su Ribery, dal dischetto si presenta Robben che però si fa ipnotizzare da Cech. Il Chelsea rimane in corsa e prende coraggio, mentre il mancato vantaggio pesa sulla testa e le gambe dei padroni di casa che si accontentano di trascinarsi ai rigori. Per il Chelsea sbaglia subito Mata. Il Bayern fa peggio, con gli errori di Olic e Schweinsteiger. Dal dischetto si presenta Drogba, che non fallisce il rigore decisivo che cambia la storia del Chelsea.
BAYERN MONACO-CHELSEA 4-5 dcr

Marcatori: st 38′ Muller, 44′ Drogba.

Rigori: Lahm, Mata (parato), Gomez, Luiz, Neuer, Lampard, Olic (parato), Cole, Schweinsteiger (palo), Drogba.

Bayern Monaco: Neuer; Lahm, Boateng, Timoshchuk, Contento; Schweinsteiger, Kroos; Robben, Müller (st 41′ Van Buyten), Ribery (pts 7′ Ribery); Gomez. All. Heynckes.

Chelsea: Cech; Bosingwa, David Luiz, Cahill, Cole; Mikel, Lampard; Kalou (st 39′ Torres), Mata, Bertrand (st 28′ Malouda); Drogba. All. Di Matteo.

Arbitro: Proenca (Portogallo).

Note: al 5′ del pts Cech ha parato un rigore a Robben.