Champions League, mai quattro italiane agli ottavi. Ma nel 2002-2003…

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 8 novembre 2018 7:36 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018 1:38
champions italiane ottavi

Champions League, mai quattro italiane agli ottavi. Ma nel 2002-2003…

ROMA – Quattro italiane agli ottavi di finale non è più un miraggio. Se per Juventus e Roma la strada per la qualificazione è in discesa, l’Inter dovrà uscire indenne da Wembley, contro il Tottenham, per strappare il pass. Più in salita il cammino del Napoli ma comunque non proibitivo. Insomma, le quattro italiane potrebbero finire nell’urna di Nyon per i sorteggi che si terranno il 17 dicembre.

Nella storia del calcio italiano in Champions League, sarebbe la prima volta. Da quando, nell’ormai lontana stagione 2003-2004, furono introdotti nuovamente gli ottavi di finale – nelle edizioni precedenti erano due le fasi a gironi prima dei quarti – mai l’Italia è riuscita a fare l’en plein. In otto occasioni, dal 2004 al 2012, furono tre le italiane a superare la fase a gironi, mentre nelle restanti sette edizioni cinque volte passarono in due, nelle restanti solo una riuscì a qualificarsi.

C’è però un precedente che fan ben sperare. Il 2002-2003. Proprio nell’ultima edizione della Champions League con la formula della doppia fase a gironi prima di quarti, semifinali e finale, furono quattro le italiane ad andare avanti, ad accedere alla seconda fase a gironi, l’allora ottavo di finale. Milan, Inter, Juve e Roma passarono i loro primi gironi agevolmente ma solo le prime tre riuscirono poi ad accedere ai quarti (la Roma arrivò vicinissima alla qualificazione sfumata all’ultima giornata in casa del Liverpool). Dopo aver superato i quarti, Milan e Inter si sfidarono in una storica semifinale che terminò, sia andata che ritorno, con due pareggi, ma il gol in “trasferta” di Shevchenko regalò la finalissima ai rossoneri. E in finale fu derby italiano: Juve-Milan. Il 28 maggio del 2003, forse la massima vetta del calcio italiano mai raggiunta, il Milan si prese la Champions battendo la Juventus ai rigori (0-0 alla fine dei supplementari).

Ora dita incrociate, scongiuri per chi vuole, ma forza italiane. E’ ora che il calcio italiano torni ad essere protagonista.