Champions League: il Milan eliminato, col Tottenham finisce 0-0

Pubblicato il 9 Marzo 2011 22:36 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2011 23:05

LONDRA – Il Milan non ce l’ha fatta, esce dalla Champions League. Dopo la sconfitta in casa 0-1 contro il Tottenham, a Londra non va oltre lo 0-0. Ci hanno provato i rossoneri, soprattutto nel finale, ma Pato, Ibraimovich e Robinho non sono riusciti a sfondare il fortino alzato dagli inglesi.

A questo punto della stagione agli uomini di Allegri resta il campionato, su cui ci si potrà concentrare senza pensare alle competizioni europee. Il dilemma però rimane, l’eliminazione dalla Champions sarà un bene per il campionato, oppure il contraccolpo psicologico sarà forte e tutte le certezze accumulate finora cadranno inesorabilmente?

A Londra si è visto un buon Milan, capace di creare tante occasioni ma senza far gol. C’è poi la grana Ibraimovich: il talento svedese in campionato è tutta un’altra cosa mentre gli impegni importanti, quelli decisivi, vengono puntualmente falliti, e non in solo questa stagione.

”Ci è mancato il gol. Stiamo commentando un risultato bugiardo vista la prestazione. Ora buttiamoci in campionato e nella Coppa Italia”: questa la reazione a caldo ai microfoni di Rai Sport dell’allenatore del Milan Massimiliano Allegri. ”Abbiamo fatto un’ottima prestazione cercando di ribaltare il risultato – ha aggiunto – Abbiamo giocato un buon calcio, creato molto non concedendo nemmeno un tiro in porta. Ci è mancato il gol. Peccato perchè in 180 minuti abbiamo concesso poco, ma se non fai gol non vinci”. ”Dovevamo fare qualcosa di più nella partita d’andata. Da domani ripartiamo da campionato. Questa prestazione ci dà grande forza”.

All’Italia adesso non resta che l’Inter dopo l’eliminazione della Roma. I neroazzurri sono costretti a ribaltare in casa del Bayer Monaco lo 0-1 subito in casa. Impresa tutt’altro che semplice.