Champions League, Juve già agli ottavi. Impresa Atalanta, primo punto contro il City

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 Novembre 2019 23:25 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2019 9:30
Champions League, Lokomotiv Mosca-Juventus Atalanta-Manchester City risultati gol

Champions League, Maurizio Sarri nella foto Ansa

ROMA – Festa Juventus in Champions League. La squadra allenata da Maurizio Sarri, nonostante un Cristiano Ronaldo non al meglio della condizione che si è arrabbiato al momento della sostituzione, ha vinto 2 a 1 a Mosca con un gol da cineteca di Douglas Costa e si è qualificata agli ottavi di finale di Champions League con due turni d’anticipo. Bene anche l’Atalanta. La squadra allenata da Gasperini “resta in vita” in Champions League contro ogni pronostico. I nerazzurri hanno bloccato il Manchester City grazie ad un secondo tempo straordinario. 

La squadra allenata da Guardiola era passata in vantaggio grazie ad uno splendido gol costruito da Gabriel Jesus e Sterling ma poi ha fallito il raddoppio calciando fuori un rigore con lo stesso attaccante della Nazionale Brasiliana. Nella ripresa, l’Atalanta è scesa in campo con un piglio diverso e ha trovato il pareggio con Pasalic di testa su cross del Papu Gomez. 

Nel finale di partita, il City è rimasto in dieci uomini e senza portiere per l’espulsione di Bravo, che era entrato in campo al posto dell’infortunato Ederson, così Guardiola ha dovuto inserire il difensore Walker tra i pali. Nei minuti di recupero, l’Atalanta non è riuscita a sfruttare questa grande opportunità di vincere la partita ma ha comunque portato a casa il primo punto in Champions League della sua storia. 

Questo pareggio la tiene in vita perché anche hanno pareggiato anche Dinamo e Donetsk. Per passare il turno, l’Atalanta deve vincere le ultime due partite e sperare che il City faccia lo stesso contro Dinamo e Donetsk. Difficile ma non impossibile. 

Lokomotiv Mosca-Juventus 1-2, gol: Cristiano Ronaldo al 3′, Miranchuk al 12′ e Douglas Costa al 93′.
Classifica: Juventus 10, Atletico Madrid 7, Lokomotiv e Leverkusen 3.

Partita chiave per la Juve. Con una vittoria, i bianconeri si qualificherebbero matematicamente agli ottavi di finale di Champions League con due turni di anticipo. Sarri se la gioca con Szczesny, Danilo, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot: Ramsey, Ronaldo e Higuain.

I padroni di casa, che sono obbligati a vincere per restare in corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions League, si schierano con Guilherme; Ignatyev, Howedes, Corluka, Rybus; Zhemaletdinov, Krychowiak, Barinov, Joao Mario; Eder e Miranchuk.

La Juventus è passata in vantaggio al primo affondo. Paperissima di Guilherme su una punizione non irresistibile di Cristiano Ronaldo. La conclusione del portoghese era centrale ma il portiere del Lokomotiv si è fatto passare il pallone sotto alle gambe. Prima che entrasse (o dopo?), Ramsey ha toccato la sfera prendendosi il gol. In realtà ci sono dei grandi dubbi che verranno chiariti solamente dalla Uefa. E’ gol di Ronaldo, di Ramsey o è autogol del portiere del Lokomotiv? Lo scopriremo a breve. 

E’ arrivata la decisione della Uefa. La rete è di Ramsey. Nemmeno il momento di esultare che la Lokomotiv ha pareggiato i conti con Miranchuk. Il calciatore dei russi è stato bravo a segnare a porta vuota dopo un palo colpito di testa da Rybus. Lokomotiv vicina al raddoppio al 21′, Miranchuk si è divorato un gol abbastanza semplice di testa, da due passi. Dormita colossale della difesa della Juventus. 

Al 33′, Higuain è andato vicino al due a uno. L’attaccante argentino ha calciato al volo su passaggio filtrante di Khedira ma ha dovuto fare i conti con una gran parata di Guilherme in calcio d’angolo. Bella reazione della Juve dopo alcuni minuti di sbandamento. Il primo tempo è terminato sul risultato di uno a uno, Miranchuk ha risposto a Ramsey

Al 58′, Cristiano Ronaldo ha sfiorato il due a uno per la Juventus. Il fuoriclasse portoghese ha calciato con il collo del piede destro ma Guilherme è volato e ha deviato la sua conclusione a rete in calcio d’angolo. Al 77′, Bonucci ha salvato sulla linea una conclusione a botta sicura dei russi. 

La Juventus ha segnato il gol della vittoria al 93′ con Douglas Costa. L’esterno brasiliano ha dribblato tre avversari, ha triangolato con Higuain, ne ha saltati altri due in dribbling e infine ha battuto il portiere avversario sotto alle gambe. E’ finita, la Juve ha vinto a Mosca e si è qualificata agli ottavi di finale di Champions League con due turni d’anticipo. 

Atalanta-Manchester City 1-1, gol: Sterling al 6′ e Pasalic al 49′.
Classifica: City 10, Shakhtar e Dinamo 5 e Atalanta 1. 

L’Atalanta si gioca le sue ultime chances Champions, contro il City, con Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Pasalic; Gomez e Ilicic. Lo squadrone allenato da Guardiola risponde con Ederson; Cancelo, Otamendi, Fernandinho, Mendy; Gundogan; Mahrez, De Bruyne; B. Silva, Sterling e Jesus.

Manchester City in vantaggio al primo affondo. Gabriel Jesus ha messo in porta Sterling, autore di una tripletta nella gara di andata, con uno splendido colpo di tacco. Sterling ha portato in vantaggio il City con un piattone destro che non ha lasciato scampo a Gollini.

Al 38′, l’arbitro ha assegnato un rigore al City per una trattenuta di Toloi ai danni di Sterling. Dopo la sua decisione, l’arbitro è stato richiamato all’ordine dal silent check. Il direttore di gara aveva visto male, il fallo di Toloi era fuori area di rigore. Così l’arbitro ha tolto il rigore al City tramutandolo in punizione. 

Al 41′, l’arbitro ha assegnato un rigore al City, dopo aver rivisto l’episodio al var, per un fallo di mano di Ilicic su una punizione calciata da Sterling. Il City ha sbagliato il rigore perché Jesus lo ha calciato fuori. Il primo tempo è terminato con il City avanti di un gol a Milano. 

Pareggio dell’Atalanta al 49′. Gomez ha superato in velocità Otamendi e ha crossato dalla sinistra, Pasalic si è inserito tra Fernandinho e Mendy e ha segnato di testa da due passi. Nulla da fare per Bravo, appena entrato al posto di Ederson. Al 61′, Djimsiti ha sfiorato il gol con un bel colpo di testa.

All’81’, il City è rimasto in dieci perché Bravo ha steso Ilicic da ultimo uomo. Il City ha chiuso il match con Walker (che in realtà è un calciatore di movimento) come portiere. Gli inglesi avevano già perso i due portieri, Ederson per infortunio e Bravo per espulsione. E’ finita uno a uno a San Siro. Atalanta resta in vita in Champions League.