Champions: Lloris para e Son segna, Tottenham-City 1-0. Liverpool 2-0 al Porto, gol di Keita e Firmino

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 9 aprile 2019 23:20 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019 23:20
Champions, Tottenham-Manchester City 1-0 e Liverpool-Porto 2-0

Liverpool-Porto 2-0, Firmino esulta dopo il gol. Foto EPA/Nigel Roddis

ROMA – La Champions League è tornata in campo per l’andata dei quarti di finale. Il Liverpool ha rispettato il pronostico e ha sbrigato la pratica Porto in meno di mezzora. Keita ha segnato su assist di Mané e Firmino ha realizzato a porta vuota su cross perfetto di Alexander Arnold. Le rare sortite offensive del Porto sono state sventate efficacemente da Alisson. Nel Liverpool, l’unico a non aver brillato è stato Salah. L’attaccante egiziano si è mangiato dei gol piuttosto semplici e nel finale di partita avrebbe meritato l’espulsione per una brutta entrata, con il piede a martello, su un avversario.

Champions, Tottenham trionfa nel derby inglese: Lloris e Son decisivi. 

Il derby inglese è stato vinto dal Tottenham. Dopo una partenza forte del Manchester City, la partita ha cambiato padrone dopo il rigore fallito da Aguero. Tiro dagli undici metri assegnato con l’aiuto del var per un tocco con la mano di Rose praticamente identico a quello di Alex Sandro in Juve-Milan e sventato da Lloris con una bella parata su Aguero. Nella ripresa, il bomber del Tottenham Harry Kane ha lasciato il campo per infortunio dopo un normale contrasto di gioco con Delph. Questi episodi non hanno buttato già il Tottenham ma lo hanno caricato. Così nel finale della partita Son ha tenuto in campo un pallone molto difficile, ha dribblato Delph e ha regalato ai londinesi un successo prezioso. Il discorso qualificazione resta aperto e verrà deciso nella gara di ritorno che si giocherà a Manchester. 

LIVERPOOL-PORTO 2-0, gol: Keita 4′ e Firmino 25′.
LIVERPOOL (4-3-3): Alisson, Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk, Milner; Fabinho, Henderson, Keita; Salah, Firmino, Mané. All. Klopp.

PORTO (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Militão, Alex Telles; Corona, Danilo, Óliver; Otávio, Marega, Soares. All. Conceicao.

La cronaca della partita. Al 4′, il Liverpool è passato in vantaggio al primo affondo. Milner ha servito Mané, l’attaccante ha crossato per Keita, il centrocampista ha preso la mira e ha battuto Iker Casillas con un destro reso imprendibile dalla deviazione di Oliver Torres. Al 21′, Salah, autore di 21 gol in stagione, si è presentato da solo davanti a Iker Casillas grazie ad un retropassaggio sbagliato di un calciatore del Porto. Mohamed Salah ha provato a battere Iker Casillas con un diagonale con il sinistro ma ha sbagliato in maniera piuttosto clamorosa facendo arrabbiare Jurgen Klopp.

Al 25′, il Liverpool raddoppia con Firmino. Il bomber della Nazionale Brasiliana ha concluso una azione splendida costruita dalla sua squadra sull’asse Henderson-Alexander Arnold. Il centrocampista ha servito Alexander Arnold con un passaggio filtrante, l’esterno ha crossato dalla destra e Firmino ha segnato a porta vuota. Al 29′, Marega ha provato a battera Alisson con un diagonale di destro ma l’ex portiere della Roma ha respinto la sua conclusione a rete in scivolata. 

Al 30′, altra svista difensiva del Liverpool. I difensori inglesi hanno lasciato solo Marega ma la sua girata è stata lenta e centrale e Alisson ha potuto bloccarla senza alcun problema. Al 33′, Firmino si è letteralmente divorato il 3-0. Cross dalla destra di Henderson e destro da due passi di Firmino che non ha trovato nemmeno lo specchio della porta difesa da Casillas. Il primo tempo è terminato con il Liverpool in vantaggio di due gol sul Porto.

Nella ripresa, il Liverpool ha cercato senza successo il terzo gol anche perché Salah era in una serata no. Nel finale di partita, l’attaccante egiziano è entrato con il piede a martello su un avversario ed è stato graziato sia dall’arbitro che dal var. Salah non è stato sanzionato né con il cartellino giallo, né con il cartellino rosso. Il Liverpool ha tirato un sospiro di sollievo e ha vinto 2-0 contro il Porto. 

TOTTENHAM-MAN. CITY 1-0, gol: Son 77′.
TOTTENHAM (4-3-1-2): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Sissoko, Winks, Eriksen; Dele Alli; Son, Kane. All. Pochettino.

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Laporte, Otamendi, Delph; Gundogan, Fernandinho, D. Silva; Mahrez, Aguero, Sterling. All. Guardiola.

La cronaca della partita. Al 7′, Alli ha calciato al volo su cross di Sissoko. Conclusione potente ma poco precisa. Alli non ha centrato lo specchio della porta difesa dal Nazionale Brasiliano Ederson. Al 10′, l’arbitro Björn Kuipers ha assegnato un calcio di rigore al Manchester City per un fallo di mano di Rose su una conclusione a rete di Sterling.

Prima di assegnare il rigore, Björn Kuipers ha rivisto l’azione al var. Dagli undici metri si è presentato Aguero ma Lloris ha parato il calcio di rigore tirato dall’argentino al 12′. Al 23′, Rose ha cercato di sorprendere Ederson con un tiro cross ma il pallone è terminato sul fondo.

Al 42′, Rose ha provato a battere Ederson su calcio di punizione ma la sua conclusione centrale è stata bloccata senza alcun problema dal portiere brasiliano del Manchester City. Al 45′, Aguero ha cercato il gol con un gran destro dalla distanza ma non ha trovato lo specchio della porta avversaria. Il primo tempo è terminato sullo zero a zero, Lloris ha parato un rigore ad Aguero.

Al 58′, Harry Kane ha avuto la peggio dopo un normale contatto di gioco con Delph. La caviglia dell’attaccante del Tottenham si è girata ed è stato costretto a lasciare il campo. Al suo posto, è entrato in campo il brasiliano ex Psg Lucas Moura. Al 77′, il Tottenham è passato in vantaggio con Son. Il Nazionale Coreano ha tenuto in campo un pallone piuttosto difficile, ha dribblato Delph e ha battuto Ederson con una conclusione potente ma non particolarmente angolata che è passata sotto al corpo di Ederson. Il Tottenham ha vinto 1-0 contro il City grazie al gol del coreano Son.