Chapecoense, arrestati 3 dirigenti della compagnia aerea

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2016 19:34 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2016 19:35
Chapecoense, arrestati 3 dirigenti della compagnia area

Chapecoense, arrestati 3 dirigenti della compagnia area (Ansa)

ROMA – Sono stati arrestati tre dirigenti della compagnia  sotto inchiesta per l’incidente aereo che ha eliminato il club brasiliano della Chapecoense.

Secondo quanto scrive La Gazzetta dello Sport con Adriano Seu, citando  La Razon, dalle prime indagini sarebbero emerse gravi irregolarità nell’attività della compagnia aerea protagonista del tragico incidente di nove giorni fa in Colombia, tali da giustificare ieri sera l’ordine di arresto per Vargas e altri due dirigenti.

I vertici dell’Aeronautica civile boliviana (Dgac) hanno ordinato la confisca di tutti i documenti e i libri contabili della LaMia, a cui due giorni fa era stata revocata la licenza di volo. Dopo Vargas (che prima di acquistare la LaMia era stato pilota presidenziale dal 2001 al 2007, Morales compreso), gli inquirenti puntano a Celia Castedo Monasterio, la funzionaria aeroportuale che sostiene di non aver avuto l’autorità per proibire il decollo del volo con a bordo la Chapecoense nonostante le irregolarità riscontrate (su tutti, la mancanza di carburante sufficiente).

La Procura di Santa Cruz ha inserito nel registro degli indagati anche la Monasterio, nel frattempo volata in Brasile (a Corumbà, nel Mato Grosso do Sul) a causa delle numerose minacce che sostiene di aver ricevuto. Non è escluso che le autorità boliviane decidano a breve di chiedere la sua estradizione al governo brasiliano.