Chelsea trionfa in Fa Cup, Conte batte Mourinho: “Sono un vincente”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 maggio 2018 21:57 | Ultimo aggiornamento: 19 maggio 2018 21:57
Chelsea trionfa Fa Cup, Conte batte Mourinho: "Sono un vincente"

Chelsea trionfa in Fa Cup, Conte batte Mourinho: “Sono un vincente”
EPA/SEAN DEMPSEY

LONDRA – Un rigore di Eden Hazard regala al Chelsea alla Coppa d’Inghilterra contro il Manchester United, premio di consolazione per la squadra di Antonio Conte al termine di una stagione avara di soddisfazioni [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Nella finale di Wembley, opposta alla squadra di José Mourinho, i Blues si sono imposti con merito nonostante il gol annullato – giustamente – ad Alexis Sanchez per fuorigioco. Per Conte si tratta del secondo trofeo in due anni, dopo la Premier League conquistata nella stagione d’esordio.

“In Inghilterra vincere non è mai facile – le parole di Conte -. Vincere due trofei in 2 anni non è semplice contro avversari come City, United, Arsenal, Liverpool e Tottenham. Non è mai una passeggiata”. Quindi l’analisi della finale di Wembley, ultimo appuntamento della stagione e, con ogni probabilità, ultima panchina di Conte coi Blues.

“La partita l’abbiamo vinta perché abbiamo avuto l’umiltà e la voglia di lavorare tanto – spiega l’ex della Juve -. L’abbiamo vinta dal punto dell’impegno e dal punto di vista tattico dei giocatori. Sono molto contento perché fino all’ultimo i giocatori mi hanno dimostrato molto impegno, voglia e determinazione, al di là dei rumors che ci sono stati fin dalla prima partita della stagione”. Il secondo trofeo inglese aiuta Conte a togliersi qualche sassolino dalle scarpe.

“Si accetta tutto, però quando lavori in questi club…fin dalla prima partita ci sono sempre state voci – dice -. Il calciatore viene un po’ condizionato. Sono molto contento per i tifosi, per i calciatori che mi hanno dimostrato sempre grande attaccamento, e non era facile perché il Manchester United in questo momento è superiore a noi quindi abbiamo ribaltato il pronostico”. Sul suo futuro Conte ha però preferito fare catenaccio nonostante le voci di un suo inevitabile addio.

“La mia posizione non cambia – sottolinea il tecnico italiano -. Non ho voluto ascoltare nessuna altra proposta perché da gennaio la mia decisione è stata molto chiara: ovvero rispettare il contratto con il Chelsea e continuare a lavorare qui. Abbiamo vinto il campionato e la FA Cup, e ho dimostrato anche in Inghilterra di essere un vincitore seriale nonostante le difficoltà”.

Opposto umore in casa United, con Mourinho che accetta con sportività l’esito del risultato. “Ogni sconfitta fa male ma questa meno perché ho la consapevolezza che la mia squadra ha dato tutto”, le parole di Mourinho, per la prima volta battuto in una finale alla guida di una squadra inglese.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other