Chievo a rischio retrocessione. I tifosi del Crotone scrivono al ministro Bonisoli: “Processo sia regolare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 8:49 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018 8:49
chievo crotone

Chievo a rischio retrocessione. I tifosi del Crotone scrivono al ministro Bonisoli

ROMA – “Da cittadini onesti, prima che tifosi, rimettiamo nel Governo le nostre ultime speranze di vivere in uno stato di diritto, in cui il rispetto delle regole rappresenti un vero e proprio baluardo della Costituzione e dell’Ordinamento giuridico. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Intendiamo riporre tutta la nostra fiducia nella nuova politica che, sin da subito, ha inteso dare un taglio con il passato fatto di privilegi, corruzione e malaffare e, con riferimento alla vicenda bilanci che interessa il Chievo e indirettamente il Crotone, abbiamo pensato di rivolgerci a Lei, perché vigili sull’operato degli organi della giustizia sportiva”.

E’ scritto in una lettera aperta inviata dai tifosi della curva sud del Crotone al ministro della Cultura, Alberto Bonisoli, alla vigilia del processo del Tnf al Chievo, che si terrà oggi, 17 luglio, per la vicenda delle plusvalenze fittizie. Nel procedimento sportivo la squadra calabrese si è costituita parte civile. “Ci auguriamo che il processo si celebri nel rispetto delle regole”, concludono i sostenitori rossoblù.

Chievo e Parma a rischio restrocessione

La Serie A per Chievo Verona e Parma è a forte rischio. La  Figc avanzerà al tribunale federale nazionale richieste afflittive pesanti in termini di penalizzazione da applicare sulla stagione appena conclusa. Il caso della società di Campedelli riguarda una serie di scambi con il Cesena (di fatto fallito definitivamente dopo l’istanza presentata oggi dal CDA) per i quali si va a processo oggi, 17 luglio. Ovviamente nel caso di penalizzazioni importanti la Serie A 2018/2019 cambierebbe volto.

I due club interessati da questa situazione sono quelli della famiglia Vrenna e di Maurizio Zamparini. I primi, retrocessi in Serie B, verrebbero ripescati in caso di declassamento del Chievo, mentre i siciliani (che però non se la passano affatto bene dopo le ultime vicende giudiziarie) salirebbero nella massima serie in caso di condanna dei ducali, dopo aver perso la finale play-off, non senza poche polemiche trascinatesi per giorni, nel doppio confronto col Frosinone.

Non è da escludere comunque che sia Chievo che Parma verrebbero confermate in Serie A, magari con una forte penalizzazione. Quel che appare certo è che, a circa un mese dal via al campionato, si sta affrontando un’altra estate calda calcisticamente parlando.