Cina, sei giocatori vanno a bere violando le norme sul coronavirus: sospesi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Giugno 2020 16:12 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2020 16:12
Cina, sei giocatori vanno a bere violando le norme sul coronavirus: sospesi

Cina, sei giocatori vanno a bere violando le norme sul coronavirus: sospesi (foto Ansa)

SHANGHAI (CINA) – Sei calciatori della Nazionale Cinese Under 19 hanno violato le norme sul coronavirus per una notte brava.

La formazione Under 19 della Cina partecipa all’equivalente della nostra Serie C.

L’obiettivo è quello di far crescere in fretta questi giovani per fare di loro le prossime stelle della Cina.

Per accelerare la loro crescita, non si può farli giocare insieme solamente poche volte all’anno nelle pause del campionato cinese.

Così la Federcalcio Cinese ha deciso di selezionare i migliori giovani del Paese e di farli giocare insieme con continuità in terza divisione.

Alcuni di questi giovani sono dotati di grande talento ma anche di una testa matta.

Infatti sei calciatori della Cina Under 19 hanno lasciato il ritiro di Shanghai per sballarsi in una notte brava.

Questi calciatori sono usciti di nascosto dall’hotel a mezzanotte.

Poi si sono recati in un noto locale notturno di Shanghai per bere e divertirsi fino all’alba.

Per loro sfortuna, sono stati scoperti dai dirigenti della Nazionale Cinese Under 19.

La federazione cinese, che tiene molto a questa selezione under 19 in vista delle Olimpiadi di Tokyo, ha deciso di punirli in maniera esemplare.

I sei calciatori sono stati sospesi per sei mesi.

In questo intervallo di tempo non potranno cambiare squadra e tornerà a disposizione solamente per il prossimo novembre (fonte firstpost.com).