Classifica Serie B: Cagliari conduce su Cesena e Bari

di redazione blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2015 18:03 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2015 18:03

ROMA – Classifica del campionato di calcio di Serie B, dopo gli incontri della 12/a giornata (Perugia-Lanciano domani alle 17.30, Crotone-Avellino lunedì alle 20.30).

P G V N P GF GS.
Cagliari 26 12 8 2 2 24 10.
Cesena 23 12 7 2 3 21 10.
Bari 22 12 6 4 2 14 14.
Crotone 21 11 6 3 2 18 11.
Livorno 20 12 6 2 4 18 12.
Novara 19 12 6 3 3 13 8.
Pescara 18 12 5 3 4 16 15.
Vicenza 17 12 4 5 3 16 13.
Brescia 17 12 4 5 3 17 19.
Spezia 17 12 4 5 3 14 18.
Trapani 16 12 4 4 4 17 16.
Latina 16 12 4 4 4 14 13.
Entella 14 12 3 5 4 9 12.
Pro Vercelli 14 12 4 2 6 8 12.
Avellino 13 11 3 4 4 17 17.
Ternana 13 12 4 1 7 13 17.
Perugia 12 11 2 6 3 6 6.
Modena 12 12 3 3 6 9 16.
Salernitana 11 12 2 5 5 12 14.
Lanciano 10 11 2 4 5 8 11.
Ascoli 10 12 3 1 8 10 17.
Como 8 12 1 5 6 12 22.

– Perugia, Lanciano, Crotone e Avellino una partita in meno.
– Lanciano un punto di penalizzazione.
– Novara 2 punti di penalizzazione.

Risultati della 12/a giornata del campionato di calcio di Serie B.
Cagliari-Modena 2-1.
Entella-Como 2-2.
Latina-Cesena 1-0.
Novara-Brescia 4-0.
Pescara-Ternana 1-2.
Pro Vercelli-Livorno 1-0.
Trapani-Spezia 5-1.
Vicenza-Ascoli 3-0.
Bari-Salernitana 2-1 (giocata ieri).
Perugia-Lanciano domani ore 17.30.
Crotone-Avellino lunedì ore 20.30.

Il Trapani dilaga al Provinciale contro lo Spezia. Il risultato finale è di 5-1. I granata vanno in vantaggio al 2′ con Scognamiglio, vengono però raggiunti al 8′ da Migliore. Al 33′ il Trapani torna avanti con Citro e Coronado firma il 3-1 al 41′. Nella ripresa gol di Nadarevic al 12′ e autorete di Chichizola al 41′.

Finisce 2-2 al Comunale di Chiavari tra Entella e Como con i liguri che in rimonta arrivano a sette risultati positivi mentre ai lombardi del nuovo tecnico Festa non basta lo straripante Ganz (figlio d’arte) che segna una doppietta. Al Como la vittoria manca da settembre. Al Comunale di Chiavari subito avanti gli ospiti con Ganz (11′) che trafigge Iacobucci, imbattuto da sei gare. Dopo cinque minuti pareggia Caputo che risolve al meglio una mischia in area di rigore. Sempre Ganz al 34′ del primo tempo riceve un assist di Sbaffo, imbeccato da Ebagua, e firma il sorpasso. L’Entella prova a reagire ma trova il pareggio solo al 21′ della ripresa con un colpo di testa di Pellizzer. Nel finale un grande intervento di Scuffet su Masucci nega la vittoria ai padroni di casa.

La Ternana espugna l’Adriatico ‘Giovanni Cornacchia’ di Pescara con il risultato di 2-1, riscattando il ko della settimana precedente con l’Avellino e infliggendo ai biancazzurri la prima sconfitta interna stagionale. In vantaggio con Falletti al 16′ del primo tempo, gli ospiti sono stati raggiunti al 24′ da Caprari con un gol su punizione indiretta in area, prima del gol vittoria segnato al novantesimo da Dugandzic appena entrato in campo. Le due squadre hanno chiuso la gara entrambe in dieci uomini per l’espulsione per fallo di gioco del pescarese Fornasier al 35′ del primo tempo e dell’umbro Zanon al 42′ della ripresa.

Super Joao Pedro: doppietta del brasiliano e il Cagliari vola da solo in vetta alla classica. Per i rossoblù il 2-1 sul Modena è la settima vittoria consecutiva in casa. Cagliari subito all’attacco: in sei minuti si mangia un gol con Melchiorri, prende un palo con Dessena e poi segna al termine di una mischia con Joao Pedro. Poi il Cagliari fa il suo solito errore: lasciare l’iniziativa agli avversari. E il Modena puntualmente va in goal: calcio d’angolo e Stanco di testa batte tutti. Per i rossoblù tutto da rifare, ma al 42′ in contropiede Joao Pedro, assist di Di Gennaro, riporta il Cagliari in vantaggio. Per il Modena un’altra mazzata al 45′: in dieci per il rosso a Popescu (doppia ammonizione). Poi nella ripresa per il Cagliari basta controllare: 2-1 il finale.

Il Vicenza ottiene con un netto 3-0 sull’Ascoli la prima vittoria casalinga della stagione. La squadra marchigiana, nonostante l’esordio in panchina di Devis Mangia, ex ct dell’Under 21, conferma evidenti lacune, soprattutto in fase difensiva. Il triplo vantaggio della formazione veneta è maturato già nel corso del primo tempo: al 7′ apre i conti Cinelli che, ben servito dalla destra da Laverone, mette in rete di piatto, mentre il raddoppio arriva al 17′ con Raicevic che, sempre su assist dalla destra di Laverone, anticipa tutti e di testa batte Lanni. Il terzo gol al 43′ con Vita che trasforma con freddezza un calcio di rigore, concesso per un fallo commesso su di lui da Antonini. Per l’Ascoli solo una traversa di Grassi su punizione al 14′. Ripresa con poche emozioni, con il Vicenza che controlla senza quasi mai rischiare.

Seconda vittoria consecutiva della Pro Vercelli, che al Silvio Piola supera 1-0 il Livorno, una delle big del campionato. L’incontro è stato deciso da un’autorete del toscano Maicon, che al 35′ del primo tempo, nel tentativo di deviare un pallone respinto dal portiere Pinsoglio su colpo di testa di Mustacchio, devia la palla nella propria rete. Nella ripresa la Pro gestisce il risultato, resistendo agli attacchi dei toscani.

Finisce in goleada la partita tra Novara e Brescia, con i padroni di casa che liquidano i lombardi con un perentorio 4-0 e centrano la quinta vittoria nelle ultime sei partite. I lombardi non perdevano da settembre. La partita si sblocca dopo 4 minuti, con una rete di Evacuo liberato da Gonzalez. Sterile la reazione del Brescia, tanto possesso palla ma nessuna occasione. Poi la svolta a inizio ripresa, quando Gonzalez salta come birilli cinque giocatori e in area viene atterrato dal portiere delle Rondinelle, Minelli, che viene espulso. Evacuo trasforma il rigore concesso e da quel momento non c’è più partita. Il Novara sigla altre due reti, con Troest e Galabinov, e in almeno quattro occasioni sfiora il pokerissimo.