Classifica Serie B: Perugia +2 su Pro Vercelli, Carpi e Trapani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2014 23:07 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2014 23:07
Classifica Serie B: Perugia +2 su Pro Vercelli, Carpi e Trapani

(foto LaPresse)

ROMA – Classifica del campionato di serie b dopo la 5/a giornata.

Perugia 11 5 3 2 0 7 3
Pro Vercelli 9 5 3 0 2 9 5
Carpi 9 5 2 3 0 10 7
Trapani 9 5 2 3 0 8 6
Frosinone 8 5 2 2 1 8 4
Ternana 8 5 2 2 1 4 2
Avellino 8 5 2 2 1 4 4
Livorno 8 5 2 2 1 4 4
Cittadella 7 5 2 1 2 9 8
Bari 7 5 2 1 2 5 4
Spezia 7 5 2 1 2 5 5
Bologna 7 5 2 1 2 6 7
Latina 6 5 1 3 1 4 4
Modena 6 5 1 3 1 2 3
Virtus Lanciano 6 5 1 3 1 8 10
Crotone 5 5 1 2 2 4 5
Vicenza 5 5 1 2 2 4 5
Brescia 5 5 1 2 2 2 3
Catania 3 5 0 3 2 6 8
Pescara 3 5 0 3 2 6 8
Varese (-1) 3 5 1 1 3 5 11
Virtus Entella 2 5 0 2 3 3 7.

– Varese penalizzato di 1 punto per irregolarità amministrative.

Finisce senza reti il confronto tra il Modena e la capolista Perugia. Poche emozioni e gara intensa, ma senza occasioni da gol per entrambe. Il Perugia, nella serata difficile delle sue inseguitrici, mantiene così il primo posto a quota 11.

Il Vicenza conquista la prima vittoria in campionato a spese di un Bari ‘castigato’ quando sembrava avere il match in mano. Decisivo ancora una volta il bomber Ragusa, che al 28′ st ha infilato la porta da due passi al termine di una bella azione corale. Per gli ospiti traversa di Caputo nella ripresa e inutile forcing finale.

Cade nel finale il Cittadella, sconfitto al Tombolato dalla Pro Vercelli per 2-1. Passano in vantaggio gli ospiti al 26′ grazie a un autogol: Pellizzer rinvia colpendo il compagno Signorini che sorprende così il portiere Valentini. Il Cittadella pareggia al 46′ grazie a Busellato, abile a mettere in rete un cross dalla sinistra. Nervosa la seconda frazione di gioco: tra falli e interruzioni si gioca poco. Il tecnico del Cittadella Foscarini viene espulso per proteste al 36′. E quando tutto sembra portare alla divisione della posta, passano gli ospiti, con Beretta, che al 46′ trasforma un preciso cross di Ferri. Nei minuti di recupero vengono espulsi anche il difensore Pellizzer per un brutto fallo e il direttore generale Marchetti per proteste.

Frosinone e Avellino hanno pareggiato 0 a 0 nella quinta giornata di campionato di calcio di Serie B. Partita molto combattuta con occasionissima finale per il Frosinone, al 90′, e grande parata del portiere irpino Gomis su colpo di testa ravvicinato di Paganini.

Crotone-Catania 1-1 (0-1) in una gara valida per la quinta giornata del campionato di serie B. Ospiti in vantaggio al 25′ pt con Calaio. Pareggio del Crotone all’ultimo istante, 48′ st, con Ciano che trasforma un rigore concesso per atterramento in area di Padovan.

Il Livorno si riprende dalla sconfitta di Bari e conquista i tre punti al ‘Picchi’, vincendo per 1-0 a spese del Varese, dopo i due pareggi casalinghi con Carpi e Latina. Al 36′ pt e’ il Livorno a trovare il gol con Vantaggiato che corregge di testa un cross ravvicinato di Cutolo superando La Gorga. Ripresa piu’ vivace ma il risultato non cambia, con la squadra di Gautieri che legittima la vittoria colpendo anche un palo con Cutolo.

In una gara della quinta giornata di andata del campionato di serie B, Pescara e Latina hanno pareggiato per 1-1 davanti a 7.000 spettatori. Gli abruzzesi in vantaggio al 8′ del primo tempo con Melchiorri, sono stati raggiunti al 32′ sempre della prima frazione dagli ospiti con Pettinari. La formazione biancazzurra è ancora alla ricerca della prima vittoria della stagione.

Il Bologna porta via tre punti dallo stadio Libero Liberati di Terni contro una Ternana vivace e mai arrendevole. A decidere la partita, finita 0-1 per gli ospiti, è stato al 3′ della ripresa un gol di Oikonomu, subentrato a Paez che era stato costretto a uscire al 22′ pt per infortunio.

Finisce 1-1 tra Brescia e Lanciano. Rondinelle in vantaggio al 26′: tap-in di Scaglia su una respinta di Nicolas. Il pareggio ospite nella ripresa, alla mezzora: cross di Mammarella e colpo di testa di Cerri. Nel finale il Lanciano rischia anche il colpaccio: Minelli si supera con una parata su Monachella.